Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:30 METEO:PISA14°23°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 06 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Dentro la prima linea di Kherson, tra carri armati distrutti, morti e russi in fuga

Attualità martedì 09 agosto 2022 ore 17:30

Frana a Sant'Antone, il calendario dei lavori

La ferrata di Sant'Antone

Via ai cantieri per la messa in sicurezza da Settembre e conclusione entro 90 giorni. Ghimenti: "Gara per l'affidamento in tempo record"



BUTI — La frana di Sant'Antone, sul versante butese del Monte Serra, sarà messa in sicurezza entro la fine dell'anno e, di conseguenza, sarà riaperta al traffico la Strada provinciale 56.

Tempi record, visto che il Comune di Calci è riuscito ad affidare gli studi preliminari del caso e raccogliere i pareri di tutti i gli enti interessati, dalla Soprintendenza all'Autorità di Bacino. Così, l'Unione Valdera, in qualità di centrale di committenza, è stata in grado di pubblicare la gara per l’affidamento dei lavori relativi alla messa in sicurezza del movimento franoso.

"La gara avviene con procedura aperta sulla piattaforma Start - ha detto il sindaco Massimiliano Ghimenti - la formula scelta dall’Unione Valdera è la più rapida possibile, nel pieno rispetto del quadro normativo, per arrivare all’aggiudicazione e quindi all'attivazione del cantiere, prevista per Settembre".

L'intervento, finanziato dalla Regione Toscana con circa 150mila euro, salvo imprevisti sarà eseguito concluso entro 90 giorni, impiegando anche un elicottero per il trasporto dei materiali. "Voglio ringraziare gli uffici comunali, i progettisti e l’Unione Valdera - ha aggiunto Ghimenti - perché tutti hanno compreso l’urgenza di questo intervento e, conseguentemente, hanno dato il loro contributo affinché in poco più di 4 mesi si potesse arrivare alla gara di un cantiere così complesso".

"Capiamo che per i non addetti ai lavori possano sembrare tempi lunghi - ha concluso - ma assicuro che tutto è stato svolto in tempi record, considerati il contesto ambientale, la necessità di sopralluoghi tecnici, il contesto normativo e la numerosità degli enti coinvolti. Abbiamo dato tutti il massimo per risolvere un disagio che, ancora oggi, pesa sulle attività del Serra e su tutti i fruitori della monte".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati, aggiornati alle ultime 24 ore, emergono dal monitoraggio regionale che fa il punto sull'andamento dell'epidemia in Toscana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità