Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:18 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 29 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La lezione di Burioni: «Variante Omicron? Dobbiamo da un lato stare attenti e dall'altra vaccinarci»

Cronaca sabato 22 novembre 2014 ore 12:33

Domenica i funerali di Martina Del Giacco

Martina Del Giacco
Martina Del Giacco

Saranno celebrati domani 23 novembre a Fornacette alle 14,30. Oggi la salma sarà restituita alla famiglia come ha disposto il magistrato



CALCINAIA — Oggi, sabato 22 novembre, la salma di Martina Del Giacco verrà restituita alla famiglia e domani, domenica 31 novembre alle 14,30 nella chiesa Regina Pacis di Fornacette si svolgeranno i funerali. Dopo la funzione funebre la bara verrà tumulata nel cimitero di Castelfranco di Sotto.

Si è conclusa l'autopsia sul corpo della sedicenne e il magistrato Anna Rita Coltellacci ha disposto la restituzione della salma alla famiglia. I primi risultati degli esami autoptici confermano la morte per annegamento, probabilmente già dal giorno della scomparsa. Per i medici legali e gli inquirenti si sarebbe quindi trattato di suicidio. Saranno ora gli esami tossicologici sui tessuti, ancora in corso, a rivelare se la giovane abbia assunto sostanze, forse farmaci antidepressivi, prima di gettarsi nel fiume.

In un'intervista a Controradio, Lauro Mengheri, presidente dell'Ordine degli psicologi della Toscana, parlando del disagio giovanile, ha risposto così alla domanda su come riconoscere i segnali del disagio e sui provvedimenti da prendere: “In certi casi bisogna essere bravi a cogliere l'allarme, i segnali allarmanti – ha spiegato Mengheri –, colto l'allarme ci si può rivolgere a professionisti psicologi o psicoterapeuti. L'Oms, organizzazione mondiale della sanità, raccomanda ai governi un programma strutturale di prevenzione. I dati però dicono che rispetto agli anni ottanta i tentativi di suicidio sono in diminuzione, dieci su centomila nel 1988 mentre nel 2010 erano sette su centomila. E non è neanche giusto associare il suicidio all'adolescenza, i dati dicono altro. Quello che possiamo dire noi come psicologi è di porre attenzione all'utilizzo sia quantitativo che qualitativo dei social media” ha concluso Mengheri.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La provincia di Pisa, nelle ultime 24 ore, registra quasi cento nuove positività al coronavirus. Il dettaglio per Comune di residenza
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità