QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 12° 
Domani 11°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 27 gennaio 2020

Lavoro venerdì 13 dicembre 2019 ore 17:30

Appalto Geofor, una sola offerta che fa discutere

Il sindaco Franconi ha ribadito il principio "Parità di salario a parità di mansione". Intervengono anche i consiglieri di Sì e i sindacati Cgil



PONTEDERA — L'apertura delle buste per l'appalto Geofor circa la raccolta dei rifiuti nell'area pisana si è risolta con l'apertura di un'unica busta: una nuova Ati - formata da Ecotrasporti e Cooperativa Ati servizi - si offre per svolgere il servizio nei comuni di Calci, Cascina, Pisa, San Giuliano Terme, Vecchiano e Vicopisano con un ribasso d'asta del 6 per cento circa, applicando per la remunerazione dei dipendenti il contratto multiservizi.

E' per questo che stamani il sindaco di Pontedera, Matteo Franconi, ha scritto al presidente Geofor chiedendo il rispetto del principio "Parità di salario a parità di mansioni".

Sulla stessa linea di Franconi, nel pomeriggio, sono intervenuti anche i consiglieri regionali di Sì Toscana a Sinistra, Tommaso Fattori e Paolo Sarti, definendo "una doccia fredda e uno schiaffo al Consiglio stesso" l'unica proposta arrivata a Geofor.

Per i due consiglieri "le risorse economiche inserite nel capitolato sono insufficienti”. "La proposta è inaccettabile - aggiungono Sarti e Fattori - e le responsabilità sono ovviamente di Geofor, azienda interamente pubblica, e dei suoi soci, in primis il Comune di Pisa, che non ha chiesto ed ottenuto chiarezza e certezze dai vertici della società su un punto rispetto al quale il Consiglio regionale e il Consiglio comunale di Pisa si sono espressi in maniera inequivocabile: deve essere applicato a tutte e tutti i lavoratori, tanto di Geofor quanti dell'Ati composta da Ecotrasporti e Cooperativa ATI servizi, il medesimo contratto nazionale Fise, senza alcuna riduzione del costo del lavoro”.

"Tale offerta - hanno invece commentato da Cgil, Filcams Cgil e Fp Cgil Pisa - non tiene conto della precisa indicazione contenuta nel bando di gara in cui si prevede che sia applicato il contratto dell'igiene ambientale così come da accordo stipulato con Cgil Cisl e Uil di Pisa insieme alle categorie di riferimento, il 5 settembre scorso, accordo che risponde agli indirizzi dei comuni interessati. Di fronte ad una palese violazione di quanto sottoscritto, e, della esplicita indicazione nell'offerta di un contratto nazionale differente da quello di settore (Fise/Utilitalia), Cgil, Filcams Cgil e Fp Cgil di Pisa chiedono a Geofor di non aggiudicare la gara a queste condizioni. In caso contrario, facendo seguito allo stato di agitazione in atto (proclamato il 6 dicembre scorso), verranno messe in atto tutte le forme di mobilitazione necessarie".

Forte preoccupazione è stata espressa anche dal Prc di Pontedera Circolo "Carl Marx"



Tag

Salvini: "M5s scompare in Emilia-Romagna e in Calabria"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Sport