Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PISA17°27°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 25 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, scontri al corteo No green pass: i manifestanti sfondano il cordone della polizia

Cronaca venerdì 02 aprile 2021 ore 07:42

Muore per Covid notissimo imprenditore

Aveva 72 anni ed era conosciuto su tutto il territorio per la sua attività. Il commosso ricordo del sindaco, tantissimi messaggi di cordoglio



VICOPISANO — "Crea un grande dolore la scomparsa così prematura di Paolo Retini, dopo settimane in cui ha lottato strenuamente contro questo virus così terribile".

Con queste parole il sindaco di Vicopisano Matteo Ferrucci si è unito al dolore per la scomparsa di un imprenditore conosciutissimo su tutto il territorio. La arredamenti Retini ha infatti la sua sede storica a Lugnano e un punto vendita anche a Perignano. Retini è deceduto a 72 anni a causa del Covid.

”Sono davvero provato dalla morte di Paolo Retini, oggi è un giorno molto triste. Era un uomo profondamente gentile e generoso, premuroso e disponibile. Ogni volta che parlavamo, anche ultimamente, mi chiedeva sempre degli altri. Era prodigo di consigli e suggerimenti, ascoltava, era presente con tutti, pieno di esperienza, idee, progetti, attenzioni. Un grande lavoratore, un uomo innamorato del territorio, sapeva stare vicino alle persone, riusciva a infondere in chi lo conosceva serenità e ottimismo, il giusto modo di vedere e affrontare le situazioni", ha detto ancora il sindaco.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuovo aggiornamento sul fronte Coronavirus. I dati aggiornati alle ultime ventiquattro ore dal bollettino regionale. Nessun decesso nel Pisano
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Cronaca