comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:20 METEO:PISA10°13°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 22 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Trump se ne va, il mondo può tirare un sospiro di sollievo

Attualità sabato 08 agosto 2020 ore 12:20

Ricordate le tre vittime toscane di Marcinelle

La commemorazione delle tre vittime toscane di Marcinelle

Cerimonia per ricordare Otello Bugliani di Massa, Enrico Del Guasta di Cascina e Romano Filippi di Firenze, morti assieme a altri 259 minatori nel '56



VICOPISANO — Questa mattina sono state ricordate le tre vittime toscane di Marcinelle: erano le 8,10 di mattina dell’8 agosto 1956 quando a Marcinelle in Belgio un incendio si propagò a 1700 metri di profondità e non concesse scampo a 262 minatori di dodici nazionalità diverse, in gran parte emigrati all’estero per cercare lavoro. L'Italia contò 136 vittime, una piccola parte dei 50 mila che il governo italiano si impegnò a fornire al Belgio nell’immediato dopoguerra, fin dal 1946, in cambio di carbone, 2500 tonnellate di carbone ogni mille minatori.

A 64 anni di distanza la Regione Toscana non ha ricordato tutte le vittime di quella tragedia, fra le quali i toscani Otello Bugliani di Massa, Enrico Del Guasta di Cascina, partigiano e medaglia d’oro al valor civile, e Romano Filippi di Firenze. 

I loro nomi sono incisi su una targa marmo che la Regione avrebbe dovuto inaugurare il 27 maggio nella cittadina belga. Le restrizione imposte dall’emergenza sanitaria non lo hanno permesso, né è stato possibile partecipare al ricordo che ci sarà nell’anniversario della tragedia a Marcinelle. Così la commemorazione toscana si è svolta a Vicopisano, dove si trova un monumento "Al minatore" dedicato alle vittime del Bois du Cazier, il sito dove sorgeva la miniera. 

La cerimonia di commemorazione si è svolta alla presenza del sindaco di Vicopisano, Matteo Ferrucci, della vicepresidente della Regione Toscana Monica Barni, del presidente del consiglio regionale Eugenio Giani, del presidente della Provincia di Pisa Massimiliano Angori e di vari rappresentanti delle istituzioni locali. Presenti anche l’Anpi di Pisa e Umberto Del Guasta, figlio di Enrico, una delle vittime.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Politica

Attualità