Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:27 METEO:PISA15°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 08 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Via d'uscita dalla pandemia è vicina, il Recovery è un'opportunità per le donne»

Attualità martedì 19 gennaio 2021 ore 12:00

Verso un Comune plastic free

Via alla consegna dei kit per la raccolta differenziata ma i sacchi viola dovranno attendere. Opuscoli e cartelli sul tema dei rifiuti e dell'ambiente



VICOPISANO — Opuscoli per informare e sfatare i falsi miti, cartelli di sensibilizzazione sulle tematiche ambientali in centro e nelle frazioni. Sono alcune delle azioni che l'amministrazione intraprende nell'ambito del percorso verso un Comune plastic free e contro l'abbandono dei rifiuti.

Domani ripartirà la consegna dei Kit per la raccolta differenziata e, insieme ai sacchetti, sarà consegnato un vademecum sul corretto conferimento dei rifiuti e sui miti da sfatare relativi alla gestione dei rifiuti.

Le iniziative messe in campo sono state presentate questa mattina dal sindaco Matteo Ferrucci, dall'assessore al Ciclo dei Rifiuti Juri Filippi e da Luca Batoni, promotore del movimento contro l'abbandono dei rifiuti Ficcatelo in Tasca, che ha collaborato sia alla realizzazione dei cartelli stradali che saranno affissi in centro e nelle frazioni sul tema della tutela dell'ambiente, che degli opuscoli che da domani entreranno nelle case vicaresi.

Il Vademecum, spiega l'assessore Filippi, "Si inserisce nel quadro delle iniziative portate avanti dall'amministrazione sulla tematica ambientale, come la consegna delle borracce nelle scuole, l'incentivo sui fontanelli per la riduzione dell'utilizzo della plastica e la valorizzazione delle sorgenti".

L'opuscolo ha l'obiettivo di rispondere ai dubbi dei cittadini in merito al corretto conferimento dei rifiuti, sfatando i falsi miti sulla gestione dei rifiuti differenziati. Altro tema affrontato è il costo della bolletta. "E' vero - sottolinea Filippi- che rispetto a 20 anni fa lo smaltimento costa di più, ma è anche vero che senza queste politiche di differenziazione ora la bolletta sarebbe molto più alta perché smaltire l'indifferenziato costa tantissimo sia in termini economici che per il pianeta".

L'economia circolare è anche una questione di scelte che compiamo quotidianamente: "E' importante porsi sempre l'obiettivo di diminuire i rifiuti che produciamo" osserva Filippi. 

Tra alcuni mesi i rifiuti indifferenziati inzieranno ad saranno conferiti in sacchetti viola "codicizzati e contingentati" con l'obiettivo di ridurre ulteriormente l'indifferenziato. Ma bisognerà aspettare luglio: l'iniziativa è stata infatti rinviata a luglio per l'impossibilità, causa emergenza Covid, di poter incontrare cittadini e aziende per presentare la novità tutti gli aspetti del suo funzionamento.

"Ai tempi dei cassonetti - ha detto Batoni- l'indifferenziata era tantissima. Grazie alla raccolta differenziata ci siamo finalmente resi conto della quantità di rifiuti che viene prodotta quotidianamente nelle nostre case".

Infine il sindaco fa una riflessione sull'abbandono di rifiuti. Tempo fa il Comune si era anche rivolto al ministro Costa per chiedere un inasprimento delle sanzioni.

 "Sul ponte della provinciale - sottolinea Ferrucci- passano ogni giorno circa 20mila macchine. Se dall'un per cento di queste venisse gettata una cartaccia, avremmo 200 cartacce da pulire ogni giorno. Un esempio di come anche solo una piccola percentuale di persone potrebbe, con un comportamento scorretto, fare un danno enorme alla società". 

 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Attualità

Cronaca