Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PISA15°24°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 06 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Civili torturati, trincee, bunker e mitragliatrici come nel 1915: viaggio nella prima linea ucraina dopo Kherson lungo il fiume Dnipro

Cronaca lunedì 01 agosto 2022 ore 17:47

Pesca abusiva alla foce del Serchio

Foto di: Piero Frassi

Le guardie del Parco hanno scoperto una rete di 50 metri concepita per sbarrare la foce del fiume. Il proprietario è stato denunciato



VECCHIANO — Le guardie del Parco hanno fermato e denunciato alcuni pescatori abusivi. Il fatto è accaduto domenica mattina, quando una pattuglia è intervenuta alla foce del fiume Serchio dove erano alloggiati in una tenda sull’arenile alcune persone arrivate da fuori provincia e intente a pescare con il “giacchio”, una rete che viene lanciata a braccia nel fiume. 

"Un controllo più attento e mirato - si legge in una nota del Parco regionale di Migliarino San Rossore Massaciuccoli- ha permesso di scoprire che all’interno dell'accampamento era nascosta una rete di nylon, denominata barracuda, lunga 50 metri e concepita per essere utilizzata proprio a sbarramento della foce del fiume, che in questo periodo oltretutto è in secca, per catturare le specie in transito in quella zona. Si tratta di un'attrezzatura non consentita ai pescatori sportivi, la cui semplice introduzione in area protetta è punita con sanzione penale". Il proprietario della rete è stato denunciato.

L’intervento va ad aggiungersi a quello eseguito nei giorni scorsi e fa parte di una più ampia strategia di “difesa di comunità” che prevede il coinvolgimento dei residenti e delle associazioni che collaborano con le forze dell’ordine per il rispetto delle regole e dell'ambiente.

Intensificati, inoltre, i controlli interforze sulle spiagge delle riserve naturali della Lecciona, di Bocca di Serchio, della Bufalina e della penisola dei Gabbiani. Un'attività, anche notturna, che coinvolge i Guardiaparco, la polizia municipale di Vecchiano ed il reparto a cavallo della polizia municipale di Viareggio e che è volta, spiega l'Ente Parco, a contrastare accampamenti notturni, accensioni di falò e abbandono di rifiuti. Già diverse le sanzioni scattate a carico di fruitori provenienti da tutta Italia e dall'estero.

I controlli, annuncia il Parco, saranno intensificati nei prossimi fine settimana ed in particolare a Ferragosto. "L'impegno preso con i cittadini, gli enti e le associazioni del territorio, in particolare con i fruitori Bocca di Serchio, si sta concretizzando con questi controlli che hanno l'obiettivo di salvaguardare l'ambiente ed il territorio" spiega il presidente del Parco Lorenzo Bani.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati, aggiornati alle ultime 24 ore, emergono dal monitoraggio regionale che fa il punto sull'andamento dell'epidemia in Toscana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Sport

Attualità