Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:23 METEO:PISA11°19°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 25 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Emissioni di CO2: l'impatto di internet, cloud e streaming sul riscaldamento globale e come ci ingannano i big del web

Politica venerdì 22 dicembre 2017 ore 14:50

"A Pisa serve presto una candidatura credibile"

Il consigliere regionale Pd Andrea Pieroni

L'appello del consigliere regionale Pd Andrea Pieroni:"No a primarie che minino l'unità del centro sinistra, sì alle alleanze"



PISA — Prende quota il dibattito in casa Pd. A pochi mesi dal voto amministrativo che porterà i pisani a scegliere il nuovo sindaco, lo schieramento di centro sinistra non è ancora riuscito a fare sintesi su una possibile candidatura e lo stesso partito di maggioranza relativa, nelle ultime ore, ha fatto passare nuovamente l'ipotesi della possibilità di ricorrere ad elezioni primarie per la scelta del candidato primo cittadino, in mancanza di accordi tra le varie componenti.

Una ipotesi che non trova d'accordo il consigliere regionale del Pd, Andrea Pieroni ( area Letta ), che è tornato a chiedere "Unità" dicendo "No ai personalismi"

"Tra pochi giorni si concluderà una legislatura complessa e tormentata, subito dopo l’Epifania saremo già sulla giostra elettorale, che a Pisa sarà doppia, perché voteremo a marzo per le politiche e a fine maggio/primi di giugno per le comunali. E a Pisa la matassa è ancora intricata. Vedo finalmente archiviati (almeno a parole) concetti privi di un senso reale e di prospettiva: autosufficienza, discontinuità. Parole intorno alle quali abbiamo perso tempo prezioso, che hanno creato equivoci, che ci hanno reso incomprensibili ai possibili alleati", scrive Pieroni.


"Serve un “bagno di umiltà”, per capire che da soli non andiamo da nessuna parte, serve la “virtù della mitezza” perché con le prove di forza ci siamo inimicati il mondo intero, serve il “senso del limite” per renderci inclusivi e più “simpatici”.

Dico no ai personalismi ed ai tatticismi. Dico si ad una coalizione ampia e variegata, fatta da esperienze civiche e partiti che condividano pochi punti programmatici chiari e comprensibili ai cittadini. Dico no a primarie che dovessero minare l’unità del centrosinistra.

Dico si all’alleanza con Liberi e Uguali; le sfide del lavoro e della giustizia sociale richiedono lo sforzo di un accordo con la sinistra non antagonista, fermo restando che Liberi e Uguali non vorrà certo consegnare Pisa alla destra od ai Cinquestelle!"

"C’è un lavoro enorme ancora da fare! - dice ancora Pieroni - Riallacciare i fili con le realtà della società organizzata che abbiamo deluso e che chiedono rappresentanza, rimotivare un elettorato disaffezionato e disorientato, valorizzare il buon lavoro fatto a Pisa a partire dai 52 milioni di fondi europei arrivati a Pisa negli ultimi 5 anni.

E poi serve un candidato o una candidata credibile, autorevole, per raccogliere nuove sfide e delineare nuovi traguardi. E serve presto!"

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Previsto un momento pubblico di raccoglimento e ricordo, per salutare la dottoressa e assessora comunale scomparsa a 49 anni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità