Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:09 METEO:PISA-0°10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 30 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
I gessi rossi nel mezzo al Parco di Montioni in Toscana: lo scempio dell'ex cava diventata discarica (con materiali cancerogeni)

Attualità martedì 14 luglio 2015 ore 13:10

Accoglienza, il modello toscano fa scuola in Cina

Andrea de Guttry a Pechino dove terrà una lectio magistralis sui flussi migratori e farà lezione ai poliziotti delle operazioni Onu di peace keeping



PISA — Si rafforzano le relazioni accademiche fra la Toscana, il Sant’Anna di Pisa e la Cina, grazie a Andrea de Guttry, direttore dell’Istituto Dirpolis (Diritto, Politica, Sviluppo) e ordinario di diritto internazionale, oggi in partenza per Pechino dove giovedì 16 luglio terrà una lectio magistralis sulla “Gestione dei flussi migratori e dei potenziali conflitti sociali connessi: l’esperienza italiana ed europea”.

Andrea de Guttry interverrà presso l’ufficio del difensore civico di Pechino, la cui sede si trova nelle immediate vicinanze di piazza Tien Anmen, per esaminare le difficoltà incontrate dall’Italia nella gestione dei flussi migratori e presentare le pratiche migliori, soprattutto in relazione alle persone che richiedono asilo. Durante la sua lectio magistralis, de Guttry farà riferimento al modello toscano che prevede di dare ospitalità a piccoli gruppi di richiedenti asilo in una serie di strutture decentrate sul territorio, per favorire una migliore e più efficace integrazione. Il modello toscano sarà descritto nei particolari diventando un caso di studio internazionale.

La conferenza di giovedì 16 luglio nella capitale cinese si inserisce nell’accordo di collaborazione tra il Sant’Anna di Pisa e l’Ufficio del difensore civico di Pechino per sviluppare lo scambio di informazioni e di ricercatori e, soprattutto, per approfondire le tematiche legate alla prevenzione e alla gestione di conflitti sociali. Nell’ambito di questa partnership, sono state previste molteplici attività, come l’ospitalità al Sant’Anna per cinque giovani ricercatori cinesi interessati a conoscere meglio il sistema italiano di prevenzione dei conflitti e il sistema di democrazia partecipata disciplinato nella legislazione regionale toscana. Durante questa missione in Cina, Andrea de Guttry terrà anche un corso di formazione per i poliziotti cinesi che parteciperanno alle operazioni di peace-keeping in Liberia e ad Haiti.

“L’invito a tenere la lectio magistralis e a svolgere il corso per le forze di polizia cinesi – sottolinea il docente - conferma che la collaborazione tra il Sant’Anna e le istituzioni cinesi interessate si sta consolidando e costituisce un ponte ideale per rafforzare i legami, non soltanto economici fra la Toscana e la Cina. In Cina discuterà anche di una proposta innovativa per lanciare una sorta di forum sui conflitti sociali, con la partecipazione di istituzioni, centri e università cinesi, italiane, europee e dell’estremo oriente, per approfondire in maniera congiunta lo studio dei conflitti sociali e delle modalità per prevenirli”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati aggiornati fotografano le ultime ventiquattro ore sul fronte epidemico. Aumentano i ricoveri nelle aree Covid di Cisanello e Santa Chiara
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Sergio Cenci

Lunedì 29 Novembre 2021
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità