Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:25 METEO:PISA13°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 24 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
In Colombia arrestato Dario Antonio Usuga: era il narcotrafficante più ricercato del Paese

Attualità mercoledì 31 maggio 2017 ore 08:15

"Allarmismi inutili, Pisa farà valere leadership"

“Battaglie nominalistiche non servono a nessuno: occorrono buonsenso e fermezza delle ragioni”, dicono Cna, Confesercenti, Coldiretti e Confcommercio



PISA — Allarmismo ingiustificato, Pisa non subirà ripercussioni dall'accorpamento delle Camere di Commercio. A pensarla così sono le 4 sigle imprenditoriali Cna, Confesercenti, Coldiretti, ConfcommercioPisa, che smorzano i toni dell'allarme lanciato dall'Unione Industriale Pisana: “La questione è molto meno drammatica e niente affatto penalizzante per Pisa di quanto si voglia far credere. A Viareggio sarebbe spostata soltanto la sede legale, conservando intatta la sede e la piena operatività della Camera di Commercio pisana. L'aspetto cruciale è che Pisa possa confermare e mantenere l'effettiva governance dell'ente, garantire la continuità dei servizi e la vicinanza alle imprese pisane”.

La questione formale, secondo Cna, Confesercenti, Coldiretti, ConfcommercioPisa, conta veramente poco: “Ben più significativo di un semplice spostamento formale di sede, la concreta possibilità di esprimere la governance delle Camere di Commercio riunificate. Questo è quello che conta in termini di potere effettivo, fermo restando che le strutture della stessa Camera di Commercio di Pisa non verrebbero affatto ridimensionate. Questa è la fotografia realistica della situazione che non deve far gridare "al lupo al lupo", ma che si tratta di gestire con buonsenso e fermezza nelle proprie ragioni”.

“Evidentemente il grido d'allarme lanciato dall'Unione Industriale Pisana” – concludono le quattro sigle imprenditoriali pisane - “mira ad altri fini e ad altri obiettivi che a noi in questo momento sfuggono. Quel che è certo è che Pisa farà la sua legittima “battaglia” nei termini di rappresentanza e potere effettivo, non disperdendo né dissipando la propria leadership in battaglie nominalistiche che fanno solo rumore, non servono a nessuno, tanto più alle imprese provinciali che vogliamo rappresentare”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un'altra vittima del Covid sul territorio provinciale pisano e altri 36 nuovi casi. In Toscana ci sono 5 decessi e 285 nuovi casi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca