Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:PISA21°27°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 06 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Vaccini, Speranza: «Unico strumento per chiudere questa stagione difficile»

Attualità giovedì 14 febbraio 2019 ore 12:01

Ancora un riconoscimento per la sanità pisana

Vincenzo Nardini e Leonardo Resta

Studi sulla patologia della gravidanza e del feto: l'Azienda ospedaliera pisana esporta il modello pisano col dottor Vincenzo Nardini



PISA — Il dottor Vincenzo Nardini, direttore dell’Unità operativa di Anatomia patologica 2 dell’Aoup, è entrato nel Consiglio direttivo ristretto del Gruppo di studio APEFA (Anatomia patologica dell’embrione, feto ed annessi) della Società italiana di anatomia patologica e citopatologia (SIAPeC-IAP).

Tale nomina attesta la competenza ormai più che ventennale della diagnostica nel campo della patologia della fertilità e della gravidanza cui il dottor Nardini si dedica dagli inizi degli anni ’90, tant’è che la struttura da lui diretta è Centro di riferimento per tutta l’area vasta nord-ovest, e anche per altri ospedali fuori dall’area vasta, per la patologia embrio-feto-placentare, neonatale ed infantile e per la morte improvvisa e inattesa del lattante (SIDS).

La prima riunione del consiglio direttivo si è tenuta all’Ospedale S. Paolo dell’Università di Milano l’8 febbraio scorso e sono state delineate le basi per lo sviluppo scientifico ed assistenziale, su base regionale e nazionale, per la migliore integrazione possibile tra anatomo-patologi dedicati e clinici (ostetrici, pediatri, neonatologi, radiologi e genetisti medici clinici). Un modello di collaborazione che in Aoup è già da anni sperimentato e ben consolidato, grazie alle notevoli competenze multidisciplinari esistenti, e che si propone come riferimento su scala nazionale

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Vittima della rapina una donna di 30 anni che dopo l'episodio è stata trasportata al pronto soccorso per le ferite riportate
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Attualità