QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 23°24° 
Domani 18°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 19 luglio 2019

Cronaca domenica 08 giugno 2014 ore 16:05

Anpi 70 anni di storia

Tante iniziative in città per i 70 anni della liberazione. Il presidente sottolinea come non si debba abbassare la guardia



PISA — Due giorni per celebrare il settantesimo anniversario dell'Anpi ma anche per guardare al futuro. L'associazione nazionale dei partigiani ha festeggiato al circolo Alberone con due giorni intensi, dove si sono susseguiti incontri, dibattiti e anche uno spazio dedicato ai concerti .L'Anpi nasce proprio dopo la liberazione di Roma, 4 giugno 1944, e con la guerra ancora in corso da un contributo importante alla resistenza che porterà alla liberazione del paese nella primavera del 1945. Un doppio anniversario per Pisa visto che il 2 settembre di quest'anno ricorre i 70 anni dalla liberazione della città.

Il Presidente del comitato proviciale di Pisa, Giorgio Vecchiani tiene a ribadire come il ricordo vada di pari passo con le iniziative del presente:" Per questa importante ricorrenza abbiamo lavorato, assieme ai giovani dell'associazione, al progetto via libera. Si tratta di una guida multimediale per raccontare i luoghi della resistenza. Il primo settembre ci sarà anche un monologo teatrale che riprende il diario di una ragazza che 70 anni fa era sfollata a Le Molina". Uno dei temi centrali di questa festa è proprio quello della donna. Infatti è stata allestita una mostra fotografica dal titolo la donna e la costituzione. Riprende Vecchiani:"Il contributo delle donne è stato fondamentale nella lotta partigiana e nella nascita della vita repubblicana". Sempre vivo nell'associazione il ricordo di Teresa Mattei, una delle donne dell'assemblea costituente e scomparsa a 92 anni il 12 Marzo 2013 ad Usigliano di Lari.Vecchiani nel suo discorso di apertura ha sottolineato come:" Non si possa abbassare la guardia di fronte a formazioni che ancora oggi richiamano al nazi-fascismo, soprattutto in Francia dove la destra xenofoba è stata protagonista di gravi atti contro la comunità ebraica. Per contrastare queste derive revisioniste dobbiamo lottare, pensando a tutti quegli uomini e a quelle donne che hanno pagato con la vita il loro desiderio di democrazia e libertà." Su questo tema stasera, alle ore 17, ci sarà il dibattito Europa, razzismo e fascismo e Nazismo. Un approfondimento storico, politico e sociale nell'Europa di ieri e di oggi. Oltre a Vecchiani interverranno i professori Giuliano Campione e Michele Battini.La festa si è aperta con il saluto dell'amministrazione comunale, presente con l'assessore Marilù Chiofalo, sempre vicina all'Anpi anche nelle iniziative per la liberazione di Pisa. E' stato inoltre proiettato il film La memoria degli ultimi, uscito proprio il 25 Aprile con il settimanale panorama, dove 7 partigiani raccontano la loro esperienza durante la lotta di liberazione. Stasera la chiusura con il concerto di controcanto pisano, un gruppo della nostra città che da anni porta in giro i canti dei partigiani. Ieri sera invece si sono esibiti Gli Avvelenati, una folk band che ha eseguito cover di Guccini, De Andrè e Bandabardò, oltre a pezzi del loro repertorio. Con loro anche il cantautore Renato Nesi. Anche uno stand dove si possono acquistare libri e film e avere in omaggio una copia della costituzione italiana.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità