Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:42 METEO:PISA23°30°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 27 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La grandine manda in tilt l'autostrada A1: auto devastate, parabrezza sfondati e code infinite

Cultura venerdì 20 giugno 2014 ore 20:05

Augello: "Interventi strutturali per la Sapienza"

Un vertice in Prefettura per accelerare la messa in sicurezza dell'edificio. Università e ministero dei beni culturai tra i possibili finanziatori



PISA — Il palazzo della Sapienza ha bisogno di interventi strutturali e un alleggerimento pari a un terzo dei libri presenti nella biblioteca. Questi sono i risultati di uno studio congiunto tra università a Mibact, illustrati dal rettore Massimo Augello durante la Conferenza provinciale permanente che si è svolta qualche giorno fa, convocata dal prefetto Francesco Tagliente su richiesta dello stesso rettore per discutere e accelerare la messa in sicurezza della Sapienza, ridurre i tempi di esecuzione delle opere e riaprire le attività dell'università e della biblioteca.

Presenti alla riunione, oltre al prefetto e al rettore, il segretario generale per il ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo Antonia Pasqua Recchia, il direttore generale delle biblioteche, gli istituti culturali e il diritto d’autore Rossana Rummo e il direttore regionale per i Beni culturali e paesaggistici della Toscana Isabella Lapi.

Tra i rappresentati comunali e provinciali c’erano il sindaco di Pisa Marco Filippeschi, il presidente della Provincia Andrea Pieroni, l’assessore alla Cultura Dario Danti, il comandante provinciale dei vigili del fuoco Marco Frezza, il responsabile della Protezione civile del comune di Pisa Luca Padroni e Giovanni Chiantini della Asl 5.

Per quanto riguarda l’alleggerimento dell’edificio dal carico dei libri, si tratta di un lavoro in via di completamento, con il trasferimento dei periodici nei locali restaurati del san Matteo, mentre dal punto di vista dei finanziamenti, il ministero dei Beni e delle attività culturali e l’università hanno garantito il loro contributo.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il ragazzo ha 23 anni e non ha dato più notizie alla famiglia da sabato scorso. E' originario di Marsala, in Sicilia ed è in Toscana dal 2017
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca