Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:29 METEO:PISA11°16°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 22 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Usa, le immagini dalla bodycam dell'agente che ha sparato alla sedicenne Ma'Khia Bryant

Politica sabato 30 gennaio 2021 ore 10:33

"Bus turistici ai parcheggi Pisamover"

La proposta per aiutare i conti disastrati della navetta arriva da Nerini (Fdi-Pisa nel Cuore), che definisce "capestro" la convenzione siglata dal Pd



PISA — "Vedendo le preoccupanti perdite People Mover c’è da ricordare a tutti che avevamo osteggiato l’opera non solo ritenendola inutile doppione di qualcosa che già c’era e funzionava e che magari andava solo meglio strutturato, ma anche denunciando in tutte le sedi che il contratto firmato dalla giunta a guida PD aveva clausole capestro". 

Le parole sono di Maurizio Nerini, consigliere comunale di Fratelli d'Italia - Pisa nel Cuore e presidente della prima commissione, intervenendo sulle perdite per 4,6 milioni di euro della navetta Pisamover, che collega la stazione di Pisa Centrale con l'aeroporto Galilei. Perdite che il Comune di Pisa, in base alla convenzione, sarebbe chiamato a coprire per il 50 per cento; fardello pesantissimo per l'amministrazione comunale, che chiamata alla revisione del Piano economico finanziario del Pisamover, proprietà Leitner, si è rivolta a un consulente esterno.

"Del resto - ricorda però Nerini - eravamo a conoscenza dall’inizio che il People Mover, spacciato come una innovazione a livello europeo, altro non era che merce di scambio sulla vicenda dell’aeroporto. Quando con Raffaele Latrofa vedemmo le famose “matrici di rischio” con alcune caselle clamorosamente vuote, ma con altre che riportavamo l’indicazione precisa che fosse il Comune, il pubblico a ripianare il debito su di un bene dato in gestione ai privati, lo spiegammo alla città prendendoci gli sberleffi dei vari esponenti del Pd. Oggi ci dispiace avere ragione… è anche vero nessuno poteva prevedere la pandemia come causa scatenante dell’allargamento a dismisura di grande buco economico che già esisteva però".

"Ci siamo trovati a “provare a gestire” un’altra pesantissima eredità che ormai era presente e andava salvata e sviluppata - prosegue il consigliere di Fdi-Pnc - trovando soluzioni da prima contabili, poi anche prospettando azioni come quelle che ho avuto modo di varare con un atto di indirizzo della 1° commissione che ho l’onore di presiedere, ordine del giorno recepito poi dal Consiglio Comunale che in pratica va ad indicare dei possibili aggiustamenti che possono aiutare".

"Da qui le idee per la previsione di un progetto di riassetto del parcheggio del “Pisamover” - queste le possibili soluzioni prospettate da Nerini - in modo tra le altre cose che possa ospitare bus turistici ed incentivarne la sosta con una tariffa convenzionata, migliorando la possibilità di accesso mediante l'integrazione e l'implementazione della segnaletica verticale ed orizzontale per un miglioramento dell'accesso alla città con attenzione alla viabilità, aumentando altresì il periodo di permanenza anche mediante la previsione di strutture e servizi di prima accoglienza turistica, ma anche con piccole cose come dedicare un'area del parcheggio a stalli per la permanenza delle motociclette. L’impegno per cercare di risolvere una situazione non voluta è massimo, la sfida è veramente dura ma non ci sottraiamo al nostro ruolo".

E' chiaro che l'idea di Nerini - condivisa anche da altre realtà, ad esempio Federalberghi -, rappresenterebbe soltanto un primo passo nel tentativo di aiutare i conti del Pisamover e resta legata alla gestione ordinaria della navetta. Perché in questi mesi di pandemia il Pisamover è rimasto fermo, sostituito da un autobus, e i bus turistici turistici vanno cercati con il cannocchiale.   

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I numeri relativi alle ultime 24 ore in provincia parlano di 98 nuovi casi e un decesso. I dati dai report di Regione e Asl
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità