Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:12 METEO:PISA20°24°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 05 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tokyo 2020, Stano oro nella 20 km di marcia: relax in palestra prima del via

Cronaca lunedì 27 gennaio 2014 ore 14:13

Cascina, il consiglio comunale si apre ricordando la Shoah

Viegi, presidente del consiglio comunale, nella Giornata della Memoria si augura che "l’impegno a non dimenticare diventi impegno morale collettivo"



CASCINA — "È una giornata particolare poiché è dedicata al ricordo della Shoah, lo sterminio del popolo ebraico". Inizia così il messaggio con il quale Paola Viegi, presidente del consiglio comunale di Cascina, aprirà i lavori della seduta di questo pomeriggio.

"La data del 27 gennaio ricorda l’abbattimento dei cancelli del campo di sterminio di Auschwitz, la liberazione dei sopravvissuti e il crollo del nazismo. Questa data tiene i riflettori puntati sulle nostre coscienze affinché la memoria dello sterminio degli ebrei, perpetrato dal nazismo con mostruosa ed organizzata ferocia, non venga mai meno. Questa celebrazione ci riporta a soffermarci su luoghi terribili, divenuti emblema di male e crudeltà; luoghi anche italiani. Ne ricordo alcuni: il campo di concentramento di Fossoli in provincia di Modena, il binario 21 a Milano, luogo in cui centinaia di deportati furono caricati su vagoni merci diretti ai campi di concentramento e sterminio (Auschwitz-Birkenau, Bergen Belsen) o ai campi italiani di raccolta, La Risiera di San Sabba, lager nazista situato nella città di Trieste. Sono testimonianze atroci che ci ricordano il coinvolgimento anche del nostro Paese. Segni indelebili che occorre mantenere per rammentare a tutti, ma soprattutto ai giovani, quanto sia importante contrastare ancora oggi e sempre qualsiasi manifestazione di politiche di sterminio".

Secondo la presidente del consiglio comunale di Cascina, "Le leggi razziali, le persecuzioni, le eliminazioni di massa nei forni crematori e nelle camere a gas interrogano le nostre coscienze e ciò avviene ogni volta che si celebra la Giornata della Memoria. Ricordare la Shoah ci chiama a sentirci coinvolti, ci richiama all’attenzione che dobbiamo avere nel ripercorre questi temi, anche facendo tesoro dei racconti dei testimoni, sempre meno purtroppo, per far sì che l’impegno a non dimenticare diventi impegno morale collettivo, per far sì che queste atrocità non si ripetano mai più". 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Parcheggi Ospedale Cisanello: dal 1 settembre il "C" a pagamento per favorire il ricambio delle auto. Accordo con i sindacati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità