Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:27 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 24 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Dal patto del Nazareno all'elezione di Mattarella, i giorni del Quirinale - Il videoracconto

Politica martedì 11 febbraio 2020 ore 09:01

Cascina Oltre, "Sbalorditi da dichiarazioni Betti"

Si complica la situazione nel centrosinistra cascinese. La lista Cascina Oltre critica la scelta "Unilaterale" del Pd e le dichiarazioni del candidato



CASCINA — Si complica la situazione nel centrosinistra cascinese in vista delle elezioni amministrative. La lista Cascina Oltre, che raggruppa le formazioni di sinistra, critica apertamente la scelta fatta dal Pd sulla candidatura Betti ( "In maniera unilaterale e senza confronto con la coalizione") e dice di "Restare sbalordita" rispetto alle dichiarazioni dello stesso Betti: "Cascina Oltre non ha compromesso la coalizione", spiega il coordinatore Giovanni Greco - "Abbiamo creduto fino all’ultimo di poter rispondere a ciò che i cittadini chiedevano: unità. Un’unita espressa con un candidato concordato da una coalizione in grado di riunire tutti i soggetti interessati. Ci siamo confrontati per mesi, ma avevamo dato troppo presto per scontato che si potessero superare pulsioni unilateraliste e personalismi vari." 

"La verità, a differenza di quanto dichiarato negli ultimi giorni dal candidato dal Pd Michelangelo Betti, è che a metà gennaio, durante una riunione dove abbiamo partecipato con il Pd e M5S, ci siamo dati l’impegno di trovare un candidato di coalizione. Il Pd stesso, dopo alcuni passaggi, ci ha proposto una figura su cui tutti potevamo convergere: Cristiano Masi. Un nome che rappresentava il civismo, il mondo delle associazioni e del volontariato. Così, il 31 gennaio, l’ultima riunione avvenuta dalla coalizione, il tavolo si chiudeva con una convergenza su questo nome e il PD che si impegnava ufficialmente a portarlo in Segreteria e se necessario in Assemblea", racconta ancora Cascina Oltre.

"Ma, a sorpresa, il 5 Febbraio, senza informare in alcun modo i membri della coalizione, il Pd scegli che il suo candidato sarà Betti. Noi, come tutti i cascinesi, veniamo a scoprire questo diktat la mattina del 6. Siamo rimasti sorpresi e soprattutto sbalorditi dalle dichiarazioni dello stesso candidato che in un’intervista dichiara di voler trovare un punto di incontro con le forze di sinistra per un’unione trainata dal Pd. No, questa per noi non è coalizione. Inoltre, dov’è il rinnovamento che i cittadini chiedono? Dov’è quel cambiamento che i cascinesi bramano? Fino a oggi abbiamo cercato il confronto per rispondere a queste necessità, abbiamo lavorato seriamente per una coalizione allargata. Ci abbiamo creduto fino al 6 Febbraio e non vogliamo smettere di crederci".

"L’unica prospettiva che rimane è ripristinare un tavolo per un confronto con il Pd dove proporremo quello che a noi pare un possibile strumento per evitare la rottura: le primarie di coalizione: c'è il tempo, così come ci sarà la partecipazione popolare. Se così non fosse, resteremo coerenti con noi stessi e con i motivi che hanno portato alla nascita di Cascina Oltre, porteremo il nostro programma e il nostro candidato con l’obiettivo di sconfiggere il nemico comune, la destra".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La donna, di Viareggio, era in bici con il marito lungo l'Aurelia ed è stata ricoverata in gravi condizioni. E' caccia all'automobilista pirata
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Cronaca