QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 10° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 25 marzo 2019

Politica sabato 09 aprile 2016 ore 16:00

Pisa al centro dello sviluppo della Costa

Il tour del gruppo Pd in consiglio regionale ieri sera ha fatto tappa al Polo di Navacchio. Confermata la centralità di Pisa



CASCINA — Ad aprire la serata il sindaco di Cascina Alessio Antonelli che non ha mancato di togliersi un sassolino dalla scarpa facendo un riferimento indiretto alle primarie per la scelta del candidato alla carica di primo cittadino, dove era stato messo in discussione da una parte del suo partito:"Non indeboliamoci tra noi, facciamo vincere il Pd", ha detto Antonelli raccogliendo gli applausi dei tanti presenti in sala.

Poi si è passati al tema della serata, con l'illustrazione di un sondaggio elaborato proprio dal Pd che, se da una parte dimostra come tanti toscani vivano molto bene nella parte costiera della Regione, dall'altra non mancano i problemi:“I tanti progetti di rilancio e di riqualificazione della provincia si stanno però finalmente realizzando. In meno di 10 mesi ( hanno ricordato in consiglieri regionali Mazzeo, Nardini, Pieroni ) siamo riusciti a portare sul nostro territorio risorse pari a circa 25 milioni di euro, tra sanità, cultura e infrastrutture e a sbloccare progetti che erano fermi da anni".

E proprio lavoro, infrastrutture, innovazione, sono state le parole chiave della serata alla quale ha partecipato anche il presidente della Provincia Marco Filippeschi e alcuni sindaci della zona pisana.

"Quello della razionalizzazione delle risorse e dell'efficientamento dei servizi è e sarà la nostra bussola" hanno ribadito i consiglieri regionali PD Antonio Mazzeo, Alessandra Nardini e Andrea Pieroni.


 "Il nostro supporto nei confronti dell’occupazione e delle realtà produttive del territorio è e sarà sempre una priorità – hanno detto ancora i consiglieri pisani - salvaguardare prima di tutto il livello occupazionale attuale incrementando nuova occupazione, solo così si arriverà a un reale sviluppo. C’è poi tutto l’indotto che corre lungo l’asse dell’Arno: bisogna assolutamente costruire quel grande progetto di sviluppo urbano che in sinergia con Firenze valorizzi tutte le eccellenze presenti in quell’area, a partire dalla Valdera e dal Distretto del Cuoio, passando per la geotermia in Val di Cecina".

 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

Cronaca