Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:29 METEO:PISA13°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 04 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Pompei, nei cunicoli dei tombaroli: «Una rete tutta da esplorare»

Politica sabato 27 febbraio 2016 ore 17:00

Sinistradem sta con Antonelli e fa polemica

L'ex segretario provinciale Pd Francesco Nocchi rimarca la distanza tra i due contendenti alle primarie di Cascina e parla di scelte autolesionistiche



CASCINA —

"Si è giunti a questa scadenza senza alcuna approfondita valutazione politica sui primi 5 anni di governo, senza essere capaci di esprimere un chiaro giudizio politico. Il Pd avrebbe dovuto fare una discussione franca su questo primo mandato maturando un giudizio sul lavoro fatto e decidendo su questa base se fare primarie o meno".

E' l'opinione di Francesco Nocchi, già segretario provinciale del partito e candidato alle elezioni regionali, adesso leader locale di Sinistradem e di Olivia Picchi, già assessore del comune di Lari, consigliera provinciale e membra della segreteria del partito:

"Privarsi, esponendolo a primarie fatte per inseguire ambizioni personali o ipotetici cambi di scenario, della forza e autorevolezza di un sindaco uscente che si ripresenta per il secondo mandato: è una scelta autolesionistica e poco sostenibile.

Sarebbe stato più utile un percorso diverso e sarebbe stato a nostro avviso necessario esprimere un sostegno pieno di tutto il Pd alla ricandidatura di Alessio Antonelli, magari introducendo nel programma e nella squadra elementi di novità, ma definendo comunque una cornice programmatica, un quadro di alleanze coerente ed unitario. Il Pd, locale e provinciale, non può essere semplicemente "il comitato organizzatore delle primarie" quanto piuttosto un luogo di decisione ed elaborazione politica. Rinunciare ad esercitare questo ruolo rischia di costarci caro".

Nocchi e Picchi aggiungono:"Adesso ci ritroviamo con due candidati del Pd, che si contrappongono su progetti politici diversi, con idee di coalizioni differenti e con un giudizio su questi primi 5 anni di legislatura completamente opposto; con primarie ridotte a scontro tra due progetti politici che sembrano sempre più distanti.

Siamo partiti male e si rischia di arrivare peggio: il livello di tensione che si percepisce e la distanza tra la proposta di Paganelli (espressa con interviste dal contenuto ed i toni davvero discutibili) e quella di Antonelli rischia di essere troppo grande per essere facilmente recuperata il giorno dopo le primarie. A questo saremo chiamati tutti dopo il voto del 6 marzo, perché l'obiettivo è vincere le elezioni e confermare il buon governo del centrosinistra di Cascina, buon governo frutto del lavoro di gruppo che Antonelli ha saputo realizzare con lo sguardo rivolto al futuro della comunità e del territorio".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un uomo residente nel Pisano è stato arrestato dalla polizia postale. L'indagine della procura di Firenze si sviluppa anche in altre province toscane
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità