Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 00:25 METEO:PISA16°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 26 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il discorso di Giorgia Meloni nella notte, tra emozione e pianti di gioia

Attualità mercoledì 15 luglio 2015 ore 15:35

E anche la Corsica festeggia San Ranieri

Presente alla cerimonia anche una folta delegazione pisana. Presenti il Priore Riccardo Buscemi e Padre Nicola Gregorio



PISA — Grande partecipazione alla Festa di San Ranieri in Corsica, dove era presente una delegazione di ben venti persone della Compagnia di San Ranieri guidata dal Priore Riccardo Buscemi e da Padre Nicola Gregorio, parroco della Chiesa di San Jacopo a Porta a Piagge. 

A Montemaggiore, un piccolo borgo del Comune di Montegrosso sui monti affacciati al mare della costa occidentale corsa, sin dai tempi della Repubblica Marinara, è ancora viva la devozione e la venerazione per San Ranieri, titolare di antica chiesa romanica pisana, attorno alla quale si è sviluppato il cimitero, a due chilometri dal paese.

La Compagnia ha in corso da circa quattro anni contatti con la “comunità pisana d’oltre mare”, maturati con una visita in Corsica dei Pisani due anni fa, ricambiata l’anno scorso con una visita dei Corsi a Pisa, e oggi rinnovati con l’invito a partecipare ai solenni festeggiamenti in Corsica in onore di San Ranieri, culminati nella Santa Messa celebrata dal Vescovo di Ajaccio, Monsignor Olivier de Germay che ha poi guidato la processione conclusiva che, secondo un’antica tradizione, si è snodata prima per le vie del paese e poi, passando in mezzo alla campagna si è conclusa alla chiesa sopra il paese dove viene riposta la statua del Santo. 

Con queste parole è avvenuto il saluto dei corsi ai pisani: “Cari amici pisani, nel XII secolo ci avete lasciato, come in altri luoghi della Corsica, una cappella semplice e bella. Costruttori di chiese, Voi Pisani ci avete lasciato il retaggio della fede, grazie alla quale le nostre comunità, dopo 850 anni, si sono rincontrate. Oggi festeggiamo insieme il nostro Santo alla presenza del nostro Vescovo Monsignor Olivier de Germay, ci auguriamo di poterlo nuovamente fare nel 2017 con voi alla presenza del vostro Arcivescovo Giovanni Paolo Benotto e del nostro Vescovo. Sappiate che per San Ranieri e per l’amicizia tra le nostre comunità le porte delle nostre chiese saranno sempre aperte”.

Il Priore Riccardo Buscemi ha ricambiato le parole dei corsi: “Cari amici, dalla Corsica proveniva quell’Alberto Leccapecore che ha instradato San Ranieri verso la conversione, spingendolo ad andare a confessarsi nella chiesa di San Jacopo in Orticaia. Alla Corsica oggi noi torniamo proprio col Parroco di quella Chiesa di San Jacopo per suggellare ancora una volta l’attualità del messaggio di San Ranieri: conversione attraverso la confessione.” 

Per l’occasione l’Arcivescovo di Pisa Monsignor Giovanni Paolo Benotto ha inviato al Vescovo di Ajaccio una formella riproducente San Ranieri, consegnatagli al termine della processione da Buscemi e da Padre Gregorio. Dopo l’invito ricevuto quest’anno dai corsi, il prossimo anno saranno i pisani a ricambiare l’invito, e la delegazione corsa potrebbe essere guidata proprio dal Vescovo Olivier de Germay. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Lutto per la scomparsa di Anna Di Milia Tongiorgi, Cavaliere della Repubblica Italiana e fino al 2021 presidente dell’associazione Non più Sola
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Politica

Politica