Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:20 METEO:PISA22°32°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 11 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Blitz dei Nas nei parchi acquatici, chiuse 10 strutture: «Piscine piene di batteri e pericolose»

Attualità lunedì 28 luglio 2014 ore 06:30

Fiab: "Riaprire il passaggio a livello a Calambrone"

"L'unico collegamento tra Pisa e Livorno per pedoni e ciclisti". La Federazione ha chiesto la sua riapertura in una lettera indirizzata a Rfi



PISA — La Federazione italiana amici della bicicletta, con le sue sezioni di Livorno e Pisa chiede alla Rete ferroviaria italiana la riapertura del passaggio a livello in località Calambrone che porta alla darsena del porto di Livorno.

“Il passaggio a livello -scrive Fiab nella sua lettera indirizzata a Rfi- è stato chiuso nel novembre 2013 senza preavviso e quindi senza che i cittadini pisani e livornesi e le rispettive amministrazioni comunali potessero fare niente se non constatare il fatto. Solo a seguito di una richiesta dell’assessore alla mobilità del comune di Pisa, Rfi ha chiarito che la chiusura si era resa necessaria per permettere dei lavori di potenziamento della linea ferroviaria del porto, e che il passaggio a livello verrà riaperto nel dicembre 2015. Ma oggi i lavori non sono ancora iniziati”.

A spingere Fiab a chiedere la riapertura del passaggio a livello, il fatto che, spiegano dalla Federazione: “Costituisce l’unico collegamento tra Pisa e Livorno per pedoni, ciclisti e scooteristi, perché lo svincolo della Fipili di Livorno centro non permette il loro passaggio per ragioni di sicurezza. C’è quindi il rischio –commentano dalla Fiab- che persone con qualche urgenza si espongano ai gravi pericoli che comporta il passaggio con bici o scooter sullo svincolo.”

“La situazione – concludono dalla federazione- fa carta straccia del progetto della Ciclovia
tirrenica
incluso nel Piano regionale integrato per le infrastrutture e la mobilità, pregiudicando il diritto fondamentale alla mobilità e discriminando chi, per scelta o per
questioni economiche, si sposta a piedi o in bicicletta.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Secondo Ciccio Auletta la ditta incaricata sarebbe stata oggetto di un’interdittiva antimafia da parte della Prefettura di Salerno
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Cronaca