Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:30 METEO:PISA14°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 01 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
La drammatica battaglia per l'acciaieria Azovstal di Mariupol vista con gli occhi del soldato-cameraman: le immagini

Politica mercoledì 17 marzo 2021 ore 09:48

"Un atto necessario per un settore in difficoltà"

Andrea Pieroni (Pd) interviene sul tema delle concessioni marittimo-demaniali: “Estensione come risposta ai gravi effetti della pandemia sul settore”



FIRENZE —

“Quello delle concessioni demaniali marittime è un tema che interessa tutto il Paese e da vicino la Toscana". Lo ha detto il consigliere regionale Andrea Pieroni, intervenendo in aula per illustrare gli emendamenti targati Pd alla mozione della Lega, prima firmataria la capogruppo Elisa Montemagni, in merito alla “lettera di messa in mora ai danni dell'Italia da parte dell'Unione Europea per le norme contenute nella legge 145/2018 relativa alle concessioni degli stabilimenti balneari".

La mozione, discussa lunedì, è passata a larga maggioranza, con i due voti contrari del Movimento 5 stelle, e integrata con emendamenti di Andrea Pieroni (Pd) e della stessa Montemagni. 

"Con la mozione approvata dall’Assemblea toscana  - spiega Pieroni in una nota- chiediamo alla Giunta un impegno al fine di difendere in sede europea l’estensione della durata delle concessioni marittimo-demaniali previste dalla legge 145/2018, avviando la contestuale riforma del demanio marittimo senza la quale non è possibile stabilire i termini di applicazione della Direttiva Bolkestein al comparto balneare. E di attivarsi presso il Governo per una negoziazione con la Commissione europea al fine di applicare la Direttiva Bolkestein alle concessioni marittimo demaniali rispettosa delle peculiarità del comparto balneare italiano, e a salvaguardia della continuità delle imprese balneari italiane, del loro valore economico, sociale e della tutela del patrimonio marittimo e della biodiversità”.

"Alla mozione presentata dalla Lega come gruppo del Partito Democratico abbiamo proposto degli emendamenti perché riteniamo la questione rilevante - spiega Pieroni in una nota- Gli emendamenti danno atto sia di un impegno messo in campo da tempo della Regione in sede di Conferenza Stato Regioni, sia delle direttive e delle circolari approvate dalla Giunta regionale per l’applicazione della legge 145/2018, che estende al 2033 le concessioni. Ricordo, inoltre, l’impegno del Governo ‘Conte due’ che ha risposto in maniera perentoria e netta alla lettera di messa in mora che l’Unione Europea ha inviato a dicembre scorso. Azioni e impegni sui quali il Partito Democratico è fortemente motivato affinché la questione delle concessioni demaniali marittime venga nuovamente esaminata, non come una cambiale in bianco ma con l’impegno che anche questo Governo credo debba assumersi per far sì che la proroga delle concessioni sia legata a una riforma del demanio marittimo. Una riforma non più rinviabile”. 

Sul tema delle concessioni demaniali marittime - aggiunge il consigliere regionale - l’Italia ha da vantare non solo una storia e una tradizione, ma un impatto economico rilevante, dato dal fatto che il 96 per cento delle nostre coste sono balneabili. In Toscana sono circa mille le aziende che operano nel settore della balneazione che danno lavoro a migliaia addetti".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel concorso dedicato alle mamme over 56 sono state premiate anche Morena e Raffaella, rispettivamente di San Giuliano Terme e Fornacette
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità