Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:00 METEO:PISA13°20°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 24 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo in Sicilia: auto travolte dal fango a Scordia, si cercano dispersi

Attualità mercoledì 10 dicembre 2014 ore 05:05

Via al 13esimo congresso Aispe

Il rapporto tra gli economisti e il primo conflitto mondiale, di cui ricorre il centenario, sarà il tema centrale della tre giorni di incontri



PISA — Tutto pronto per il convegno dal titolo Gli economisti e la guerra, che si svolgerà da giovedì 11 a sabato 13 dicembre al polo Piagge

Organizzato dall'università di Pisa e dall'Associazione italiana per la storia del pensiero economico nell'ambito delle celebrazioni nazionali per il centenario della prima guerra mondiale, l'incontro ha l'alto patrocinio della presidenza della Repubblica e della presidenza del Consiglio dei ministri.

Il programma del convegno è stato presentato, a palazzo Alla giornata, dal rettore Massimo Augello, che è presidente dell'Aispe e del Comitato scientifico del congresso, dal vice prefetto vicario, Valerio Massimo Romeo, e dal professor Luca Michelini, membro del Comitato scientifico del congresso.

Tema centrale delle tre giornate pisane sarà il rapporto tra economisti e prima guerra mondiale, cui saranno dedicate 5 delle 19 sessioni in programma, con un approccio pluralistico, un'ottica multidisciplinare e un'attenzione specifica rivolta alle varie esperienze nazionali. I contributi spazieranno dai problemi tecnici della gestione monetaria, al ruolo svolto dagli economisti come consiglieri politici, fino all'analisi dell'impatto che la guerra ha avuto sulla riflessione teorica dei singoli studiosi. 

"Il 13esimo congresso dell'Aispe - ha dichiarato Massimo Augello- è tra gli appuntamenti più significativi di celebrazione del centenario del primo conflitto mondiale, tanto a livello nazionale che internazionale. Del resto, il rapporto tra guerra ed economia, declinato in tutte le sue innumerevoli sfaccettature, è stato costantemente al centro della riflessione degli economisti e intimamente legato alle loro elaborazioni teoriche e alle loro concezioni politiche e di politica economica".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un'altra vittima del Covid sul territorio provinciale pisano e altri 36 nuovi casi. In Toscana ci sono 5 decessi e 285 nuovi casi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca