Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:PISA12°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 17 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Scuola, Bianchi: «Vaccino obbligatorio per la tutela di tutti»

Cronaca venerdì 13 febbraio 2015 ore 16:40

Induce anziana a firmare, denunciato per truffa

Operazione dei carabinieri nella zona di Porta a Lucca. Nei guai un giovane promotore di nuovi contratti per la fornitura di energia elettrica



PISA — Gli episodi di truffe ai danni di anziani da parte di finti incaricati di società varie, sono quasi all’ordine del giorno: questa volta, dai primi accertamenti compiuti dai carabinieri, si è trattato di un giovane che, probabilmente spinto dalla necessità di voler raggiungere determinati obiettivi commerciali, ha indotto una signora di 95 anni a firmare un contratto per la fornitura di energia elettrica.

I carabinieri sono intervenuti in nella zona di porta a Lucca, dove erano state segnalate delle persone che con insistenza pretendevano di entrare in casa, adducendo come scusa quella di dover effettuare delle verifiche sulle bollette, controllare le prese elettriche o verificare dei contatori.

Nel primo momento, i militari intervenuti in zona si sono limitati ad ascoltare le lamentele della gente.

Successivamente, alcuni militari in borghese hanno rintracciato nei dintorni di porta a Lucca uno dei giovani con appeso al collo un cartellino riportante il logo di una nota società di energia elettrica.

Dopo alcune prime verifiche, è emerso come la mattina del giorno stesso, una signora di 95 anni era stata indotta a firmare un contratto per la fornitura di energia.

Contattata la signora sul numero riportato nel contratto al fine di verificare se vi erano state delle irregolarità, la signora ha detto che effettivamente le avevano fatto firmare “qualcosa”, ma erano persone così “affabili e gentili” che le sembrava brutto cacciarle via di casa, e “visto che aveva il pranzo sul fuoco” ha firmato ciò che le avevano richiesto, senza capire bene cosa stesse firmando.

I giovani inoltre le avevano detto di firmare, “anche perché in questa maniera avrebbero potuto dimostrare ai loro capi che erano stati in zona”: in realtà si trattava di un vero e proprio contratto, vincolante a termini di legge.

Il giovane, a seguito della querela sporta dai familiari dell’anziana signora, è stato denunciato per truffa in quanto, come riporta l’articolo di legge “ha indotto con artifizi e raggiri taluno in errore, traendo un ingiusto profitto con l’altrui danno”.

Sequestrato il contratto e altro materiale, tra il quale un vero e proprio formulario sulle frasi da dire per riuscire a entrare in casa e cosa rispondere ed eventuali domande delle potenziali “vittime” alle quali cercare di far firmare più contratti possibili.

I Carabinieri invitano a prestare la massima attenzione sul fenomeno degli incaricati che si presentano nelle abitazioni con scuse più disparate. “E in caso di dubbi, chiamate un familiare o un vicino, ef evitate di far entrare in casa persone sconosciute. Nell’accertata presenza di truffatori o finti incaricati, non esitate a contattare le forze di polizia”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un C130-J dell'aeronautica militare partito da Pisa ha trasferito il bambino dalla Sardegna a Firenze in un trasporto sanitario urgente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Cronaca