Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:13 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 07 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il clamoroso gioco delle coppie per la corsa al Colle (e perché le coppie non sono quelle che sembrano)

Cronaca giovedì 14 agosto 2014 ore 13:26

Ladri in Arno, l'arresto li salva dal linciaggio

I nomadi responsabili di furti in auto e camper, durante l'arresto dopo aver cercato la fuga nelle acque dell'Arno sono stati circondati dai cittadini



PISA — Hanno rischiato di essere linciati dalla folla dei cittadini presenti alla cattura i tre nomadi che erano dediti ai furti nei camper e nelle vetture dei turisti ritenuti dai carabinieri responsabili di aver messo a segno svariati colpi in pochi giorni. Ora dopo il rocambolesco arresto compiuto dai carabinieri i tre sono stati rinchiusi nel carcere Don Bosco di Pisa.

L'inseguimento è scattato nella giornata di ieri quando una gazzella dell'Arma che pattugliava la zona di ponte Solferino ha notato una Opel Vectra sospetta con a bordo tre persone. I carabinieri si sono avvicinati per un normale controllo e improvvisamente i tre hanno aperto la portiera dal lato opposto e si sono dati alla fuga. I militari si sono subito messi all'inseguimento dei fuggiaschi, che quando si sono trovati davanti un'altra pattuglia dei carabinieri di sono divisi prendendo diverse direzioni. Il primo è andato verso vicolo Balduinetti, mentre gli altri scavalcavano la spalletta dell'Arno e si gettavano prima sull'argine e poi in acqua.

Il primo nomade che si era dato alla fuga è stato raggiunto poco dopo in via Niosi grazie anche all'intervento di un brigadiere dell'Arma, libero dal servizio che lo ha visto fuggire e ha dato manforte ai colleghi per fermarlo.

Gli altri due invece dopo essersi gettati in Arno arrivati a metà del fiume trovatisi in difficoltà sono saliti su un battello turistico al quale i militari hanno subito intimato di dirigersi a riva per permettere la cattura. Il battello però a un certo punto ha invertito la rotta e si è diretto sull'altra sponda del fiume, facendo scendere i due nomadi che rientravano in acqua per poi cercare di risalire sulla spalletta. Alla fine però i carabinieri con l'ausilio dei vigili del fuoco di Pisa sopraggiunti con un gommone su cui era salito anche un appuntato dell'Arma sono riusciti a raggiungerli e una volta presi a bordo i due sono stati condotti allo scalo dei Canottieri dove i carabinieri li hanno ammanettati e arrestati.

All'interno della Opel i carabinieri durante la perquisizione hanno trovato i proventi dei furti messi a segno nella giornata tra cui valige che sono state riconosciute dai proprietari, vittime dei furti all'intero di automobili e camper. Nella macchina dei ladri i c'erano anche vari arnesi da scasso.

I tre tutti residenti a Coltano nel campo nomadi, ufficialmente non hanno un lavoro e risultano nulla tenenti.


© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il celebre cantautore romano e le sue canzoni accompagneranno la città della Torre verso il 2022. Concerto in piazza dei Cavalieri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Lavoro