Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:00 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 29 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo, copiosa nevicata a Esterzili

Cronaca mercoledì 01 luglio 2020 ore 16:35

Marina di Pisa, alga tropicale sopra i limiti

Campionamenti Arpat in mare

Livelli di "Ostreopsis cf. ovata" quasi doppi rispetto al valore soglia. La fioritura di questa alga può dare disturbi e Arpat raccomanda cautela



PISA — A seguito dei campionamenti effettuati il 29 giugno scorso nel mare di fronte a Marina di Pisa, Arpat ha rilevato livelli di Ostreopsis cf. ovata di 56.640 cell/L - con temperatura dell’acqua misurata al prelievo di 24 °C - quando il limite soglia per questa microalga tropicale, capace di rilasciare alcune tossine, è fissato 30mila cell/L. 

Il superamento del valore soglia, hanno spiegato da Arpat, non comporta divieti di balneazione ma i bagnanti sono comunque invitati alla cautela, perché in passato, in occasione della fioritura di quest'alga soprattutto sulle coste spagnole, francesi e italiane, non sono mancate alcune segnalazioni di effetti sulla salute, a seguito di inalazione o contatto diretto.

Fra questi effetti "prevale una sindrome simil influenzale, febbrile-respiratoria, associata o meno a dermatiti o congiuntiviti. Nei casi verificatesi, gli effetti riportati non sono mai stati gravi e hanno mostrato di essere reversibili per lo più entro poche ore".

"Ad oggi si conoscono meglio le tossine prodotte dall'alga ed è documentata la loro presenza nelle sue cellule, nei prodotti ittici, nell'aerosol - hanno specificato da Arpat -. È ancora in corso di studio la presenza di tossine nell'acqua di mare. Studi preliminari in vitro, hanno, comunque evidenziato un rilascio delle tossine nel mezzo di coltura relativamente basso rispetto ad altre specie tossiche (rilascio rispetto al contenuto tossico totale del 24-26%, contro livelli superiori al 60%)"

Non è tuttora dimostrata una relazione tra densità di cellule di Ostreopsis cf. ovata e insorgenza di effetti sulla salute

Le persone che, trovandosi in prossimità di un'area balneare dove è presente la Ostreopsis cf. ovata, manifestino i sintomi descritti sopra "sono pregate di fare una segnalazione alle Aziende Sanitarie - è la raccomandazione di Arpat -: un intervento tempestivo si attua infatti con la collaborazione di tutti".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La provincia di Pisa, nelle ultime 24 ore, registra quasi cento nuove positività al coronavirus. Il dettaglio per Comune di residenza
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Sergio Cenci

Lunedì 29 Novembre 2021
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità