Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:25 METEO:PISA11°18°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 25 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Keanu Reeves aiuta a caricare l'attrezzatura dopo una dura giornata di riprese di «John Wick 4»

Attualità venerdì 05 dicembre 2014 ore 16:44

Melanoma oculare, Aoup centro di eccellenza

In chirurgia oftalmica, équipe multidisciplinare e pazienti da tutta Italia. Oltre 200 trattamenti: una media di 400 visite tra screening e follow-up



PISA — Oltre 200 trattamenti, con una media di 400 visite fra screening e follow-up. Sono questi i numeri del percorso di diagnosi e cura del melanoma oculare che, a Pisa, fa capo all’Unità operativa di Chirurgia oftalmica dell’Aoup ma si avvale di una équipe multidisciplinare che comprende oftalmologi, radioterapisti, fisici medici, oncologi, anatomopatologi e psicologi, in grado di fornire opzioni terapeutiche multiple e integrate.

È infatti dal 2003 che la struttura – diretta fino a un mese fa dal dottor Stanislao Rizzo e ora dal suo aiuto, il dottor Emanuele Di Bartolo, in veste di facente funzione – effettua trattamenti conservativi e curativi della patologia utilizzando tutte le opzioni terapeutiche oggi disponibili: brachiterapia con placche di rutenio, tele terapia con stereotassico di nuova generazione Variant True Beam VMAT (acceleratore di nuovissima generazione), chirurgia oculare, rappresentando a tutti gli effetti l’unico centro di riferimento in Toscana per questo tipo di trattamenti e anche uno dei più importanti del Centro Italia, essendo pochissimi gli ospedali in grado di curare questa patologia sul panorama nazionale.

Il percorso assistenziale, di cui è responsabile la dottoressa Federica Genovesi Ebert, si avvale appunto del Gom-gruppo oncologico multidisciplinare, che organizza lo screening, i trattamenti e i follow-up dei pazienti affetti da melanoma oculare e dalle altre neoplasie sia oculari che degli annessi (palpebre e apparato lacrimale). In particolare, il percorso assistenziale è fortemente integrato con l’Unità operativa di Radioterapia (direttore facente funzione la dottoressa Maria Grazia Fabrini) per tutti i trattamenti terapeutici. Il melanoma uveale è fortunatamente un tumore raro ma rappresenta il più frequente fra i tumori oculari. L’incidenza annuale è di circa 6 nuovi casi per milione di abitanti che corrisponde in Italia a circa 400 nuovi casi l’anno.

Purtroppo, negli ultimi 20 anni, si è registrato un sensibile incremento del tasso di incidenza ma la diagnosi precoce rappresenta un forte baluardo contro la malattia. È infatti il principale fattore prognostico favorevole per la sopravvivenza e la conservazione dell’organo quindi il ruolo delle visite di screening è assolutamente cruciale. Attualmente la presenza di metastasi al momento della diagnosi è meno del 2 per cento dei casi ed è direttamente correlata alle dimensioni del tumore. Oggi l’occhio si può conservare perché l’approccio multidisciplinare consente il trattamento conservativo in oltre il 65 per cento dei pazienti e, di questi, l’89% conserva la funzione dell’organo dopo 5 anni dalla diagnosi.

La chirurgia delle patologie vitreo-retiniche ad alta specializzazione a Pisa è sempre stata effettuata e oggi viene portata avanti dai chirurghi oculisti che hanno maturato una lunga casistica con ben11 anni di esperienza nel settore. A riprova che Pisa rappresenta un centro di riferimento per questo tipo di patologia, è il fatto che il 13 e 14 febbraio 2015, alla Scuola Sant’Anna, si terrà il congresso sul melanoma oculare cui partecipano tutti i professionisti coinvolti nel percorso multidisciplinare di cura strutturato all’interno dell’Aoup

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Previsto un momento pubblico di raccoglimento e ricordo, per salutare la dottoressa e assessora comunale scomparsa a 49 anni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità