Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PISA10°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 28 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Beppe Sala, le minacce la pazienza e l'incoscienza

Attualità sabato 18 settembre 2021 ore 09:52

Incidente aereo, maxi esercitazione in aeroporto

Un momento dell'esercitazione (foto da Fb: Misericordie Pisane)

Coinvolte più di cento persone tra vigili del fuoco e protezione civile comunale, con le associazioni di volontariato, all'aeroporto Galileo Galilei



PISA — Questa notte, fra le 24 e le 3, all'aeroporto Galileo Galilei è stato simulato un incidente aereo, lo schianto di un velivolo in fase di atterraggio, per una esercitazione di protezione civile. 

Hanno partecipato all'esercitazione vigili del fuoco, 118, forze dell’ordine, militari della 46a Brigata Aerea, protezione civile del Comune di Pisa, associazioni di volontariato - Misericordia, Pubblica Assistenza e Croce Rossa -, personale di Enac e Toscana Aeroporti e tutti i soggetti solitamente coinvolti nelle operazioni di soccorso in caso di emergenza.

La simulazione, svolta subito dopo la mezzanotte, dopo il decollo dell'ultimo volo civile, è durata circa tre ore. Lo scenario simulato comprendeva il lungo pista di un aereo di linea con conseguente incendio di uno dei motori e necessità di soccorrere circa 30 persone a bordo. I vigili del fuoco hanno spento il principio di incendio, realizzato con apposito simulatore, per poi concentrarsi sui passeggeri, trenta, che si trovavano all'interno di un autobus per simulare la cabina dell'aereo.

L'esercitazione è stata possibile grazie ad un nuovo simulatore dei vigili del fuoco in aeroporto. Si tratta di un presidio, alimentato a gas, in grado di incendiarsi in sicurezza e provare la capacità di spegnimento di uomini e mezzi sul posto.
Le attività hanno fornito spunti ed elementi di studio per migliorare l'efficienza in possibili situazioni reali.

I feriti meno gravi sono stati subito evacuati e portati in area sicura all'interno dello scalo, sul posto è stato invece montato un PMA - Posto Medico Avanzato - per la valutazione dei pazienti più gravi, le prime cure e l'invio verso gli ospedali vicini.

Centinaia le persone coinvolte, compresi i truccatori per chi doveva simulare i feriti. Le attività hanno fornito spunti ed elementi di studio per migliorare l'efficienza in possibili situazioni reali.

Nella gallery alcune foto della maxi esercitazione.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un servizio da anni sperato e invocato dai residenti del litorale. Il cantiere, partito in questi giorni, dovrebbe durare 6 mesi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Politica

Cronaca