Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:30 METEO:PISA14°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 24 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La grandine è così violenta che rompe il parabrezza dell’auto

Attualità lunedì 01 aprile 2024 ore 19:00

Ambrosio, "La Normale collaborerà con tutti"

Il direttore Ambrosio
Foto di: Scuola Normale Superiore

Il direttore chiarisce la posizione dopo la mozione approvata dal Senato accademico: "Revisione necessaria per evitare il doppio uso delle tecnologie"



PISA — "Non interrompiamo nessuna collaborazione, non boicottiamo e non chiediamo a nessuno di boicottare". Dopo le polemiche seguite alla mozione adottata dal Senato accademico della Normale sulla richiesta da avanzare al Ministero degli Esteri per rivedere l'accordo di collaborazione scientifica con Israele, è lo stesso direttore Luigi Ambrosio a sgomberare il campo.

Come spiegato dal docente, infatti, una mozione mirata all'interruzione dei rapporti scientifici con gli Atenei israeliani, pur presentata in Senato, non è neanche stata messa in votazione. "E neppure prendiamo posizione nella mozione in merito al conflitto israelo-palestinese, a meno che non si voglia ritenere tale la richiesta, che avevamo già espresso con forza a Novembre, di rilascio degli ostaggi e del cessate il fuoco - ha aggiunto -  la Normale è e resta aperta alla collaborazione con studiosi e atenei di tutto il mondo".

"Nella mozione facciamo riferimento a diverse iniziative di studio e confronto, tra le quali lo stanziamento per assegni di ricerca su tematiche relative allo studio del contesto e del conflitto - ha aggiunto - in questo momento storico riteniamo invece doveroso e urgente promuovere una riflessione non solo interna, ispirata dall'articolo 11 della nostra Costituzione, in merito al rischio di uso civile ma potenzialmente anche militare di alcune ricerche scientifiche e tecnologiche. È in quest’ottica che abbiamo chiesto al Ministero degli Esteri di riconsiderare attentamente i bandi di cooperazione, a partire da quello emesso nei mesi scorsi nell’ambito degli accordi con Israele".

"Auspico che questo mio intervento possa chiarire alcuni equivoci che stanno caratterizzando le discussioni in corso - ha concluso - non sempre sostenute, come richiederebbe la delicatezza di un tema inevitabilmente divisivo, da una lettura completa e attenta della articolata mozione approvata dal Senato accademico".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dalla creazione di un nuovo museo alla lastricatura delle strade: grandi progetti annunciati dall'Opera Primaziale Pisana per il prossimo futuro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Politica