Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA14°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 24 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Nave da crociera in fase di ormeggio finisce contro la banchina in Turchia

Politica lunedì 01 aprile 2024 ore 08:15

Amici della Normale, "Sconcerto sullo stop a Israele"

La Scuola Normale di Pisa

L'associazione contraria alla scelta del Senato accademico, al contrario dell'assessora Nardini. "Condivido il contenuto della mozione"



PISA — La richiesta della Scuola Normale al Ministero degli Esteri affinché sia rivalutato l'impegno per il bando scientifico nell'ambito della cooperazione tra Italia e Israele non è piaciuta agli Amici della Normale.

L'associazione, che mette insieme personalità di spicco del mondo imprenditoriale e finanziario, con l'obiettivo di sviluppare un collegamento tra il mondo economico e la Scuola Normale stessa, ha infatti espresso la sua contrarietà alla mozione del Senato accademico in una riunione ad hoc.

"I numerosi membri dell'associazione intervenuti hanno tutti espresso il loro sconcerto e molti la loro contrarietà alla richiesta di riconsiderazione del bando - hanno scritto in una nota dall'associazione - ritenendo che istituzioni universitarie come la Normale debbano piuttosto, nel rispetto delle opinioni dei singoli, preoccuparsi di valorizzare sempre la scienza, la cultura e l'arte come elementi di dialogo e di raccordo universale".

All'interno dell'associazione, oltre a personalità come Salvatore Rossi, che ne è il presidente, e Giuliano Amato, c'è anche Alessandra Nardini. L'assessora regionale, però, ha immediatamente preso le distanze.

"Ovviamente rispetto il parere della maggioranza, ma questo non mi impedisce di esprimere la mia personale non condivisione rispetto alla posizione espressa, sia nel metodo che nel merito - ha spiegato - ho massimo rispetto delle delibere e, immagino in questo caso molto dibattute, scelte del Senato accademico e non penso rientri nei compiti dell'Associazione esprimersi su queste".

"Personalmente, appoggio il contenuto della mozione, che inizia con l'impegno, in linea con la Costituzione, ad esercitare la massima prudenza nella valutazione di accordi e collaborazioni scientifiche che potrebbero favorire lo sviluppo di tecnologie militari - ha concluso - ci tengo a ringraziare la Scuola, invece, per aver deciso di bandire due assegni di ricerca per lo studio del conflitto tra Israele e Palestina, indirizzati in particolare a studiose e studiosi palestinesi e israeliani a rischio".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dalla creazione di un nuovo museo alla lastricatura delle strade: grandi progetti annunciati dall'Opera Primaziale Pisana per il prossimo futuro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Politica