Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:30 METEO:PISA14°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 24 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Nave da crociera in fase di ormeggio finisce contro la banchina in Turchia

Attualità sabato 02 marzo 2024 ore 19:00

"In piazza contro bombe e manganelli"

Migliaia di persone sono scese in piazza per la pace in Palestina e in segno di protesta dopo i fatti del 23 Febbraio



PISA — A poco più di una settimana dalla manifestazione per la pace in Palestina, molto discussa per le cariche della polizia, oggi migliaia di persone sono scese in piazza, ancora una volta per chiedere il cessate il fuoco e in segno di protesta contro i fatti accaduti proprio durante l'iniziativa del 23 Febbraio, che nei giorni scorsi hanno suscitato molte reazioni (vedi articoli collegati).

Il corteo di oggi, organizzato dai collettivi studenteschi, è partito alle 15 da piazza Vittorio Emanuele e si è snodato nel cuore della città attraversando Corso Italia, Ponte di mezzo e lungarni, tornando poi indietro fino a piazza dei Cavalieri, teatro degli scontri di venerdì 23 Febbraio.

"In piazza contro bombe e manganelli" recitava lo striscione in testa al corteo. Dietro un fiume di persone e bandiere della Palestina e della pace.

"Gli studenti sono la punta dell'iceberg di un Paese che non solo non è d’accordo con le scelte guerrafondaie del governo, ma non crede più alle bugie raccontate dai media - hanno commentato da Usb - un Paese in grande sofferenza per le condizioni economiche che continuano a peggiorare e che è stanco di sopportare precarietà, bassi salari e aumento delle povertà".

"Oltre 6mila persone hanno risposto alla chiamata dei collettivi studenteschi a manifestare per la Palestina e contro la repressione - hanno aggiunto dalla segreteria provinciale di Rifondazione Comunista - dobbiamo ringraziare gli studenti medi e universitari per aver convocato questa manifestazione, che ha messo insieme la difesa della libertà di espressione con l’urgente appello al cessate il fuoco a Gaza e in Cisgiordania e a fermare il genocidio del popolo palestinese".

Manifestazioni analoghe sono state organizzate a Firenze, Empoli e Stazzema.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dalla creazione di un nuovo museo alla lastricatura delle strade: grandi progetti annunciati dall'Opera Primaziale Pisana per il prossimo futuro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Politica