QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 18°24° 
Domani 18°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 20 giugno 2019

Attualità lunedì 10 giugno 2019 ore 17:22

Attivate due commissioni conciliative in sanità

La prima all'interno della Fondazione Monasterio, la seconda in seno all'Azienda Usl Toscana Nord Ovest. Soddisfazione del difensore civico regionale



PISA — Per il difensore civico regionale, Sandro Vannini, sono “Strumenti di democrazia che stiamo attivando in quasi tutta la Toscana”, mentre per il direttore generale della Usl, Maria Letizia Casani "La commissione ha anche la funzione di favorire una cittadinanza attiva, favorendo la soluzione di problemi specifici sull'organizzazione sanitaria".

Entrambe le commissioni, alla Fondazione Monasterio e all'Azienda Usl Toscana Nord Ovest, si sono insediate oggi e sono state presentate in due momenti distinti.

Queste commissioni sono un organismo di tutela di secondo livello e hanno composizione paritetica, gestiscono e risolvono le controversie dei cittadini in sanità grazie a procedure di conciliazione, per giungere a decisioni condivise e al di fuori di ogni altro mezzo amministrativo o giurisdizionale.

“Siamo davvero felici per l'insediamento di questo organismo - ha commentato il consigliere regionale Antonio Mazzeo, componente dell’ufficio di presidenza dell’assemblea toscana, intervenuto alla presentazione della commissione dell'azienda sanitaria -, che permette di poter offrire servizi migliori ai cittadini, troppo spesso siamo lontani dalle loro istanze. Con la Commissione vogliamo dare tutte le risposte che servono; e laddove la sanità, che è una delle migliori in Italia, non funzioni, queste risposte possono permettere un funzionamento migliore, offrire migliori servizi e dare più adeguatezza alle cure". 

La commissione dell'Azienda Usl Toscana Nord Ovest è presieduta dall'avvocato Elettra Pinzani, vicepresidente Vittorio Gasparrini. Per le associazioni di volontariato ne fanno parte Sabrina Erta (Fernando Mosti supplente); e Maria Lina Cosimi (supplente Aurelio Buono); per le associazioni di tutela Simona Baldi (supplente Cristina Parpinelli) e Roberto Boschi (supplente Daniela Puccini), Enrico Baudinelli (Giampaolo Gorini supplente). Per la struttura aziendale sono stati nominati: per la Tiberio Corona (Alessandro Cosimi supplente); Michela Maielli (Sabina Sanguineti supplente); Raffaella Barbieri (Carola Cimmino supplente); Alberto Rametta (Grazia Fazzino supplente) e Monica Cacelli (Silvia Cenerini).

La neo presidente Pinzani si è definita "orgogliosa di aver ricevuto questo incarico per offrire, come membro super partes, un servizio utile e gratuito al cittadino". L'impegno, da oggi, sarà speso "nel tentativo di dirimere controversie riferite all'Azienda, senza dover ricorrere alla tutela giurisdizionale o amministrativa". 

Per Maria Letizia Casani, direttore generale dell'Azienda, "E' importante che il cittadino abbia conoscenza degli strumenti a sua tutela. La commissione ha anche funzione di favorire una cittadinanza attiva, di aiutare l'Azienda a risolvere controversie e a migliorare l'organizzazione, favorendo la soluzione di problemi specifici sull'organizzazione sanitaria". Casani ha sottolineato "l'importanza della presenza del Difensore civico". Si tratta, ha concluso, "di strumenti di tutela e partecipazione in cui l'Azienda crede molto".

La Commissione per Monasterio è invece presieduta dall’avvocato Barbara Felleca, Vittorio Gasparrini (responsabile Assistenza per lo svolgimento di funzioni di competenza del Difensore Civico in materia di diritto alla salute) è il vicepresidente. Per le associazioni sono stati designati membri titolari Simona Baldi (Cittadinanza Attiva), Elisa Bertugelli (Un Cuore Un Mondo) e Federico Salvini (Aide); come rappresentanti della Fondazione il direttore sanitario, Maurizio Petrillo, il responsabile dell'Uoc Affari generali e legali Alberto Genova e il Clinical risk manager Monica Baroni.

“È una squadra con cui mi auguro di lavorare utilizzando al meglio lo strumento che la legge mette a nostra disposizione”, ha dichiarato Barbara Felleca. Secondo la neo presidente “gli strumenti mediativi e conciliatori sicuramente rappresentano la miglior tutela del cittadino utente, anche sotto il profilo dei rapidi tempi di definizione”.

Soddisfatto il direttore generale della Fondazione Monasterio, Luciano Ciucci: “Credo molto in tutto ciò che agevola la relazione e l’informazione del paziente e dell’istituzione nei due sensi, anche per la soluzione dei problemi, da cui si può sempre imparare”.

Sandro Vannini ha tirato le fila della giornata che ha insediato le Commissioni a Pisa: "Stiamo insediando in quasi tutta la Toscana questo strumento di democrazia che i cittadini potranno utilizzare se non troveranno soddisfazione nei servizi delle aziende ospedaliere".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca