Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:00 METEO:PISA22°34°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 10 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Renzi/Calenda, il matrimonio di convivenza: chi porta in dote cose (e chi rischia l'osso del collo)

Attualità giovedì 12 dicembre 2019 ore 18:15

Bilancio preventivo, "Nessun aumento di tasse"

Conti: "Nessun aumento di tasse e tariffe". Previsti 44 milioni per lavori pubblici e risorse nelle politiche sociali per 6 milioni



PISA — Il bilancio di previsione 2020-2022 approderà in Consiglio comunale per la discussione il 19 dicembre. Lo rende noto l'amministrazione.

"Nessun aumento di tasse o tariffe anche per il 2020 è la principale misura inserita nel documento di programmazione - si legge nella nota del Comune- mentre sono previsti investimenti per lavori pubblici di circa 44 milioni di euro e risorse nelle politiche sociali per circa 6 milioni di euro, di cui oltre 3 milioni per servizi finalizzati alle esclusioni sociali, famiglie, disabilità e anziani realizzati direttamente dal Comune e dalla Società della Salute".

"Anche quest’anno abbiamo rispettato l’impegno di approvare entro il 31 dicembre il bilancio preventivo - ha detto il sindaco di Pisa Michele Conti -. I Comuni virtuosi rispettano questa scadenza, nonostante sia prevista la proroga a marzo 2020. Anche per il prossimo anno abbiamo deciso di mantenere invariate le aliquote Imu, Tari, Tasi, Cosap e Irpef, introducendo alcune novità sul fronte delle riduzioni, così come abbiamo inserito la formula del baratto amministrativo per utenze domestiche della Tari".

"Per quanto riguarda le voci di spesa - aggiunge il sindaco- il bilancio prevede partite importanti, in particolare sui lavori pubblici".

Le principali voci di spesa:

Lavori pubblici: tra le priorità definite per il 2020 ci sono il completamento di piazza della Stazione - Vittorio Emanuele II - viale Gramsci (2,2 mln Euro); manutenzioni straordinarie sulle scuole comunali (2,750 mln Euro); restauro facciata e copertura Palazzo Pretorio (750mila Euro); ampliamenti e manutenzioni straordinarie cimiteri comunali (750mila Euro); lavori di asfaltature sulle strade comunali (500mila Euro); realizzazione rotatorie al Cep e a Montacchiello (950mila); nuovi interventi di recupero delle Mura di Pisa (780mila Euro); verde urbano (900mila Euro di investimenti + 550mila di manutenzione); realizzazione ponte ciclopedonale Arno (1,450 mln Euro); riqualificazione ex locali Stazione centrale (1 mln Euro); cavalcavia di Sant’Ermete (2,5 milioni); riqualificazione di piazza Viviani (800mila euro) e di piazza Sardegna (600mila); interventi per l’edilizia popolare tramite Apes (6.2 milioni); rete fognaria (3 milioni), illuminazione pubblica (800mila), interventi sulla sicurezza idraulica (2,2 milioni).

Politiche sociali: per il 2020 la voce di bilancio comprende i circa 3 milioni di quote capitarie e 2 milioni e 170 mila per il mantenimento dei servizi esistenti, svolti sia da Società della Salute che direttamente dal Comune e per l’attivazione di nuovi servizi: tra questi il progetto pilota Centro anziani nelle periferie (15 mila Euro), la Casa dei padri separati (30mila Euro), progetti di Cultura e marginalità nelle periferie (15mila Euro), la creazione di una Mensa sociale (30 mila Euro), contributo anziani indigenti non autosufficienti per Taxi amico (8mila Euro); monitoraggio degli “Inserimenti abitativi per case non Erp (170mila Euro); progetto pilota povertà e indigenza (50 mila Euro).

Sempre per il 2020 vengono incrementati i contributi per: Bonus Bébé (65mila, +30%), progetto Homeless (120 mila euro, +20%), Premio mamma (65mila euro, +62%), contributo Tari integrativo (100mila Euro), fondo associazioni (25mila Euro).

Altri settori Per quanto riguarda i capitoli di Cultura, turismo e manifestazioni storiche non ci sono riduzioni di servizio o di attività già attivate e consolidate nel corso del 2019.

Personale: per effetto di quota 100 e pensionamenti previsti nel corso del 2020 cesserà dal servizio una buona fetta di personale. L’obiettivo dell’Amministrazione è quello di mantenere invariata la dotazione organica dell’ente, per questo sono previsti concorsi per l’assunzione a tempo indeterminato di 73 unità di personale, suddivisi in varie categorie (amministrativi, polizia municipale, maestre di asilo nido, operai e 4 profili dirigenziali, 3 amministrativi e 1 tecnico). Questo permetterà al Comune di Pisa l’abbassamento dell’età media del personale e l’apporto di nuove competenze necessarie per far fronte alle nuove sfide.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel bollettino di oggi, martedì 9 Agosto, riportati oltre 15mila tamponi effettuati in Toscana. Aumento dei nuovi contagiati in Provincia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Spettacoli

Attualità