Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:15 METEO:PISA15°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 21 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Lupo a spasso nel centro abitato di Pescara: il video dell'incontro

Attualità venerdì 01 dicembre 2023 ore 18:23

Bus a costi maggiorati, via libera ai rimborsi

Una delibera di Giunta stanzia 582 euro per rimborsare gli utenti di Riglione, San Piero e La Vettola che avevano pagato la tariffa extraurbana



PISA — Sono in arrivo i rimborsi relativi al trasporto pubblico locale per gli utenti che, tra il 20 Agosto e il 14 Settembre, hanno pagato la tariffa extraurbana per i collegamenti con i quartieri di Riglione, San Piero a Grado e La Vettola.

La Giunta ha approvato una delibera che stanzia 582 euro di contributo a parziale compartecipazione alle spese di abbonamento. La decisione a seguito dell’attività istruttoria di conteggio svolta dagli uffici comunali sulla base del prospetto di Autolinee Toscane sui titoli di viaggio emessi in quel periodo.

“Come avevamo promesso – spiega l’assessore alla mobilità del Comune di Pisa Massimo Dringoli – verranno rimborsati tutti gli abbonamenti per gli utenti di Riglione, San Piero a Grado e La Vettola che sono stati erroneamente emessi con la tariffa extraurbana nei mesi di agosto e settembre, prima che fosse stabilita la convenzione tra Comune di Pisa e Autolinee Toscane che ha uniformato le tariffe in tutto il territorio comunale. Sarà il Comune, come già annunciato, a sostenere le spese per rimborsare i costi maggiorati sostenuti dalle famiglie, costi che risultano comunque molto contenuti visto che si parla di una cifra complessiva che ammonta a 582 euro. Stiamo definendo insieme agli uffici le modalità per richiedere i rimborsi che saranno erogati direttamente dall’amministrazione”.

L’assessore Dringoli ha poi brevemente ricordato la questione: “Il Consiglio Comunale di Pisa nel 2012 aveva fissato, in base alla distanza dal centro, le zone urbane ed extraurbane che poi sono confluite nella gara regionale del Trasporto Pubblico Locale. Sulla base di questa distinzione - ricorda l'assessore- sia la zona della Vettola - San Piero a Grado fino al Litorale, sia la parte di Riglione - Oratoio, sono state considerate fuori dal percorso urbano, diventando zone extraurbane. Si trattava di una suddivisione delle zone meramente chilometrica, che non teneva conto della conformazione della città. Per questo abbiamo chiesto e ottenuto da Autolinee Toscane e Regione Toscana di rivedere queste distinzioni, arrivando alla stipula della convenzione che ha fatto tornare queste aree della città, che fanno pienamente parte del territorio urbano di Pisa, ad essere considerate zone urbane”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'innovativo modello messo a punto dall’Istituto di Biorobotica genera un elettroencefalogramma virtuale che determina l'avanzamento della malattia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità