Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:26 METEO:PISA21°31°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 17 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Europei di Atletica, oro di Jacobs nei 100 metri: «Ringrazio anche chi mi dà contro, mi dà energia»

Attualità martedì 15 febbraio 2022 ore 17:14

"Serve un piano per gestire le scuole di Pisa"

Cittadinanzattiva chiede alla Provincia di gestire l’emergenza e definire un piano strutturale, al fine di risolvere le tante criticità emerse



PISA — "Il 7 Dicembre 2021 - ricordano Alessandra Di Marzio, Daniele Fulceri e Laura Tesconi per Rete Scuola Assemblea di Pisa e Daniela Puccini, Coordinatrice Assemblea Pisa di Cittadinanzattiva -, a seguito delle richieste dell’Osservatorio Permanente Scuole e di Cittadinanzattiva, si era finalmente tenuto il primo incontro del Tavolo Programmatico per l’Edilizia Scolastica di Pisa, convocato dal Presidente Angori e con la partecipazione di tutti gli istituti cittadini, dell’Osservatorio e di Cittadinanzattiva. Con la chiusura delle iscrizioni di Gennaio, è ormai disponibile la stima delle classi per il prossimo anno scolastico 2022/2023, che potrebbe sembrare lontano ma in realtà è fra poco più di 6 mesi". 

Per alcuni istituti che già soffrono per doppi turni, orari ridotti, impossibilità di usare laboratori e biblioteche trasformate in aule, la carenza di spazi potrebbe aggravarsi con una insostenibile lesione del diritto allo studio. In vista della prossima convocazione del Tavolo Programmatico, atteso per il 22 Febbraio, Cittadinanzattiva si rivolge alla Provincia, cui spetta la competenza sull'Edilizia degli Istituti Superiori, rinnovando le 3 richieste già condivise lo scorso Dicembre. 

Queste le tre richieste.

"Primo, il cronoprogramma degli interventi al Liceo Buonarroti e al Liceo Carducci per aumentare la disponibilità di aule. Servono tempi certi. I lavori saranno conclusi prima di settembre? Il Comune eseguirà finalmente la ristrutturazione degli spazi della ex Scuola Perodi chiusa già nel 2021?

Secondo, un piano di ottimizzazione per l’utilizzo intelligente degli spazi già disponibili. È stata effettuata una ricognizione dei diversi edifici per valutare l’effettivo utilizzo considerando le dimensioni delle aule rispetto al numero di studenti per classe, e sinergie fra gli istituti? Ad esempio, 7 aule mancanti al Liceo Dini sono state recuperate ospitando le classi negli spazi dell'adiacente Istituto Pacinotti, che ci auguriamo vengano confermati. È possibile migliorare ulteriormente la collaborazione fra il Liceo Carducci e l'ITI?

Terzo, serve un piano di interventi strutturali ribaltando la prospettiva emergenziale che ha prodotto sistemazioni precarie e insoddisfacenti per adottare, al contrario, una prospettiva progettuale che produca soluzioni durature e sostenibili. Se da un lato la Provincia sta lavorando al reperimento dei finanziamenti per la ricostruzione del Complesso Marchesi, dall'altro si sta lavorando a progetti per aumentare gli spazi scolastici? Ci aspettiamo che non si parli solo di moduli prefabbricati, rispetto ai quali è lecito porsi – e porre – alcune domande, senza pregiudizi, per capire se si inseriscono in un progetto o se invece sono una toppa che le scuole sono costrette ad accettare volendo sfuggire al destino delle lezioni a turno che si profila anche per il prossimo anno. Ad esempio a Lucca si stanno utilizzando i moduli prefabbricati ma solo come soluzione temporanea mentre si completano i lavori di ristrutturazione. Nel frattempo nel sito web della Provincia di Lucca troviamo un piano con ben 31 progetti di edilizia scolastica, approvati nel triennio 2018- 2020, per un valore superiore a 140 milioni di euro".

Per la gestione dell’emergenza, alla quale è necessario far fronte in tempi brevissimi, e per la definizione di un piano strutturale - concludono da Cittadinanzattiva -, è imprescindibile la cooperazione fra tutti i partecipanti al Tavolo. Dare risposte concrete e di alta qualità è un dovere di tutti ed anche un modo per educare i ragazzi ad avere fiducia nelle Istituzioni".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Assunzioni anche in provincia di Pisa. L'azienda cerca figure da inserire con contratto a tempo determinato. Come candidarsi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca