comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 18°25° 
Domani 16°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 24 settembre 2020
Giani
863.595
 
48.62%
Ceccardi
718.625
 
40.46%
Galletti
113.692
 
6.40%
Vigni
7.664
 
0.43%
Fattori
39.668
 
2.23%
Barzanti
16.061
 
0.90%
Catello
16.992
 
0.96%
corriere tv
Il maxi restauro ad Aquileia: la ricostruzione 3D della Domus di Tito Macro

Attualità mercoledì 25 marzo 2020 ore 09:57

Covid, le addette alle pulizie chiedono garanzie

"​Le lavoratrici delle pulizie sono in prima linea", scrivono in una lettera aperta, "I dispositivi di protezione sono pochi"



PISA — "Siamo lavoratrici delle pulizie dipendenti di aziende e cooperative in appalto nei servizi pubblici, nelle Residenze per anziani, negli ospedali di Pisa e provincia.Vogliamo dire la nostra su quanto sta accadendo e ci dispiace ammettere che solo ora si capisce l'importanza del nostro lavoro di igienizzazione e sanificazione.Per anni abbiamo lavorato con pochi dispositivi di protezione individuali, contratti da fame e part time, in appalti che ad ogni rinnovo sancivano perdite salariali, orarie e contributive, hanno risparmiato su di noi, sulla sanità, sulla salute pubblica", scrivono in una lettera appello le lavoratrici.
"Ogni giorno ci rechiamo al lavoro temendo di essere contagiate, i dpi sono pochi per noi come per il personale sanitario, stanno arrivando con grande ritardo.
Vogliamo ricordare ai politici e agli enti pubblici che non si puo' piu' risparmiare su pulizie, igienizzazioni e sanificazioni, basta con gli appalti al ribasso, quello che chiediamo è una revisione di spesa per aumentare le ore a nostra disposizione, per dotarci di strumenti idonei ad accrescere servizi indispensabili per la salute pubblica.
Non vogliamo essere ringraziate per il nostro lavoro, pretendiamo solo di essere ascoltate , vogliamo fatti reali e in questi giorni stanno lesinando perfino gli incrementi di spesa, magari per procedure burocratiche legate alla revisione di spesa, ma cio' non sarebbe stato necessario se non avessero tagliato gli appalti.
Invertire la tendenza ai tagli è oggi una necessità dettata dal contagio, se lo ricordino amministratori e dirigenti a partire da oggi".



Tag

Comunali 2020

Cascina Sez. 36 su 36

PARRINI

548

 

2,27%

MASI

2202

 

9,11%

POLI

1868

 

7,73%

BETTI

9351

 

38,68%

COSENTINI

8006

 

33,11%

ROLLO

2202

 

9,11%

Comunali 2020

Orciano Pisano Sez. 1 su 1

DE BLASI

13

 

3,96%

MENCI

315

 

96,04%

 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Cronaca