Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:23 METEO:PISA14°17°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 16 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Juventus-Inter, i telecronisti inglesi ridono per il rigore su Cuadrado

Cultura martedì 04 maggio 2021 ore 12:34

Cultura, due bandi per distribuire 100.000 euro

La giunta comunale ha approvato il varo dei bandi per la cultura: 80mila euro per le iniziative estive dal vivo, 20mila euro per le altre attività



PISA — La giunta comunale ha stanziato 100mila euro per la cultura che saranno riservati alle rassegne e festival di spettacoli dal vivo che si svolgeranno in città da Giugno a Ottobre prossimi (80mila euro) e per le attività realizzate nell’anno in corso (20mila euro). Previste modalità in presenza oppure in streaming. Nelle prossime settimane saranno pubblicati i due bandi.

Il bando per l’assegnazione di contributi ordinari nel settore della cultura per rassegne e/o festival realizzati nel periodo da Giugno a Ottobre 2021, sosterrà con 80mila euro gli spettacoli dal vivo con ingresso a pagamento e/o modalità streaming. Tra i criteri generali: il sostegno e promozione per iniziative con la presenza di artisti professionisti, il numero degli artisti impegnati, il numero degli spettacoli a pagamento organizzati e quello degli spettatori paganti. La valutazione riguarderà anche l’utilizzo o meno della modalità on line per almeno parte delle attività proposte (numero di spettacoli trasmessi in streaming e numero di visualizzazioni in streaming). La percentuale massima di co-finanziamento sarà pari al 75 per cento del piano economico finanziario presentato.

Il secondo bando, finanziato con 20mila euro, sarà rivolto ai settori dell'arte e della tutela dei beni storici e artistici, per attività di conservazione, accrescimento e valorizzazione del patrimonio storico, artistico e culturale della città; per allestimento di mostre d’arte e di raccolta di documentazione sulla storia e la cultura della città; per valorizzazione e rilancio delle istituzioni culturali; per iniziative formative di produzione e di distribuzione in campo musicale, teatrale e cinematografico. L’obiettivo, in questo caso, è promuovere iniziative e manifestazioni che concorrano alla valorizzazione e promozione della città, in grado di offrire il meglio in molteplici campi della cultura (arte, natura e paesaggio, musica, teatro, spettacolo), attraverso specifici piani di indirizzo, valorizzando il patrimonio delle competenze locali, intensificando e dando struttura organica e omogenea alle iniziative e alla progettualità culturale. Tra gli indirizzi generali che saranno indicati nel bando, la valutazione riguarderà il coinvolgimento del territorio; iniziative/progetti che si svolgono in zone periferiche (fuori dalla cinta muraria) o degradate della città; la compartecipazione attiva di enti, istituti, associazioni e altri soggetti del territorio; il livello di impatto sul tessuto cittadino; capacità di attrazione e coinvolgimento di pubblico di più fasce di età; l’interesse, innovatività e qualità della proposta progettuale, la fattibilità/sostenibilità dal punto di vista culturale e organizzativo; la utilizzazione delle modalità “on line” per almeno una parte delle attività svolte, la gratuità delle iniziative programmate. Le risorse economiche saranno assegnate in modo proporzionale rispetto al punteggio ottenuto, con una percentuale minima di co-finanziamento del 25 per cento del piano economico finanziario (e comunque non inferiore a 1.000 euro) e massima del 75 per cento (non superiore a 10mila euro). Vista la dotazione finanziaria del bando, significa che potranno essere sostenute dalle 2 alle 20 iniziative massimo.

"In merito all’erogazione dei contributi per il settore della cultura, quest’anno ci siamo impegnati e ringrazio gli uffici – ha commentato l’assessore alla cultura, Pierpaolo Magnani – per far uscire molto prima rispetto agli ultimi anni i bandi d’interesse. Inoltre saranno pubblicati due distinti bandi per specifiche attività. Questo consentirà agli operatori, alle associazioni e a quanti vorranno partecipare attraverso le proprie attività di avere una maggiore consapevolezza delle linee guida previste e quindi di ottimizzare le rispettive programmazioni nell’ottica del contributo comunale. Entrambi i bandi saranno rifinanziabili, per cui se il bilancio lo consentirà potranno essere integrati con risorse aggiuntive".

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Continuano a rimanere bassi i numeri del Covid in provincia di Pisa. Nella giornata di oggi non vengono registrate vittime
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca