Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:33 METEO:PISA9°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 22 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Mustafa è in Italia, il bambino simbolo della guerra in Siria arrivato a Roma

Attualità martedì 09 giugno 2020 ore 14:00

Valutazione pazienti Covid, un software in aiuto

La dottoressa Chiara Romei

L'Aoup è in grado oggi di valutare con maggiore rapidità e precisione i referti da Tc polmonari, grazie ad un aggiornamento di Synapse 3D di Fujifilm



PISA — L’Azienda ospedaliero universitaria pisana aveva sin da subito predisposto tre livelli di gravità dei pazienti Covid19: con polmonite lieve, che non necessita di supporto ventilatorio e che può essere gestito in ricovero ordinario; con polmonite moderata, valutato da uno pneumologo/rianimatore, per individuare un eventuale necessità di supporto ventilatorio; con polmonite grave, che a seguito di una valutazione rianimatoria viene trasferito nel reparto di terapia intensiva. 

L'emergenza coronavirus, tuttavia, ha imposto ai medici valutazioni dei singoli casi che fossero anche rapide e precise. Motivo per cui si è pensato di fare ricorso alla tecnologia e in particolare al software Synapse 3D, che Fujifilm ha aggiornato rapidamente.

La configurazione di questo software è stata ultimata in tempi brevissimi (un giorno), lo
studio delle soglie e l’analisi di fattibilità è stata condotta in una giornata circa e il primo utilizzo in ospedale risale al 1 aprile. I medici hanno così avuto la possibilità di identificare in maniera veloce e semplice lo stadio della polmonite, e quindi ricoverare il paziente di conseguenza. 

"Grazie all’analisi densitometrica è possibile dividere il polmone in base alla diversa densità dei pixel che compongono la TC - è stato spiegato in proposito da Fujifilm -. Sono stati quindi definiti 3 gruppi basati su diverse soglie di densità che permettono al radiologo di valutare la percentuale di polmone con minore densità (enfisema), maggiore densità (impegno interstiziale) e polmone normale".

“In un momento di emergenza come questo è fondamentale per noi radiologi rilevare dei dati precisi nel minor tempo possibile - ha commentato la dottoressa Chiara Romei, medico radiologo dell'Aoup -. Synapse 3D permette un’analisi quantitativa che risulta molto più rapida e oggettiva rispetto all’analisi visiva del medico radiologo; in pochi minuti è infatti possibile ottenere i dati relativi alla percentuale di polmone con maggiore e minore di densità ed avere un valore preciso e oggettivo, riproducibile e condivisibile".

Le elaborazioni ottenute da Synapse 3, tuttavia, non sostituiscono le diagnosi molecolari effettuate tramite il tampone naso-faringeo (RT-PCR) e non sostituiscono il lavoro di analisi e di diagnosi da parte del radiologo. Ad ogni modo, consentono di supportarlo nella refertazione degli esami giornalieri per monitorare e studiare l’evolversi della malattia, ottimizzando così il flusso di lavoro.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ore di apprensione e ricerche per la scomparsa di un dipendente pubblico che non ha fatto ritorno a casa. In campo anche le unità cinofile
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità