Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:15 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 21 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, i 7 anni di Mattarella al Colle

Attualità mercoledì 20 gennaio 2016 ore 07:00

Dopo Filippeschi, si scaldano i motori

Nel centro sinistra tanti pretendenti alla poltrona di Sindaco ma nessuna certezza. Molto dipenderà anche dal quadro politico nazionale.



PISA — I renziani a Pisa sono diventati maggioranza. E questa è una notizia che da tempo ha cambiato gli equilibri e i rapporti di forza nel partito. Renziano è il segretario provinciale Alessio Lari, renziano di ferro è quello che in questo momento è l'uomo forte del Pd in provincia di Pisa, il consigliere regionale Antonio Mazzeo, entrato a Palazzo Panciatichi a furor di preferenze personali.

Logico che per cominciare a ragionare del futuro candidato del centro sinistra alla carica di Sindaco di Pisa (Marco Filippeschi è al secondo mandato e va in scadenza nel 2018) bisognerà passare soprattutto da lui. Mazzeo per ora si limita a dire che "E' prematuro parlare di candidature ragioniamo di come ridare impulso alla città". 

E allora vediamo cosa è successo nei paraggi: il primo elemento è un ritorno sulla scena di un ex assessore, Fabrizio Cerri, ora alla guida di Pisamo (società pubblica che controlla la mobilità). Ha lavorato in campagna elettorale per lo stesso Mazzeo, ha piazzato in giunta un suo uomo, Giuseppe Forte e ora promette di giocare un ruolo di peso nei prossimi mesi. Chissà se in alternativa o in alleanza con un altro ex assessore, Giuseppe Sardu. Nel 2008 voleva fare il Sindaco, raccolse le firme per le primarie e poi il Pd decise di candidare Filippeschi. Finora ha fatto il presidente di Acque Spa ma gli amici stretti confermano che il pensiero di Palazzo Gambacorti lo tenta ancora molto, forte di una amicizia con il segretario regionale del partito Dario Parrini.

Come metterla poi con la pletora di assessori attuali che, per un motivo o per un altro, aspirano alla massima carica? Tocca ad una donna? Ecco pronte Marilù Chiofalo e Sandra Capuzzi. E' il momento dei renziani? Scalpitano Andrea Serfogli e Salvatore Sanzo.

Non finisce qui perché la partita si complica con i deputati. Paolo Fontanelli, sindaco per dieci anni di Pisa e ora questore della camera, è adesso nella minoranza del partito, ma la sua personalità e il suo carisma hanno lasciato una impronta talmente forte in città che non sarebbero pochi quelli a rivolerlo in Comune. L'altro deputato Federico Gelli (renziano) sta per diventare consulente di Matteo Renzi sui temi della sanità e chissà che proprio il premier non voglia dire la sua su Pisa. 

Infine Maria Chiara Carrozza. Fu ministro di Letta, è giovane e apprezzata per le sue doti umane oltre che scientifiche. Chissà che in un panorama che si preannuncia caotico non sia proprio il suo il nome che a un certo punto, metterà tutti d'accordo.

Dreyfus


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' scomparso a 75 anni Massimo Bendinelli. Per anni ha gestito il negozio di forniture elettriche in piazza Guerrazzi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Politica