Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:15 METEO:PISA13°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 28 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Funerali Ennio Doris, Berlusconi fa le condoglianze alla moglie Lina Tombolato

Politica venerdì 12 giugno 2020 ore 18:30

Aiuti alle attività culturali, è scontro politico

L'assessore alla cultura, Pierpaolo Magnani

Da più parti si chiede un intervento deciso. L'assessore Magnani assicura che "Il cinema allo Scotto si farà" e annuncia bandi per aiutare il settore



PISA — Olivia Picchi, consigliera del Pd e vicepresidente commissione Cultura, Francesco Auletta di Una città in Comune e Gabriele Amore, del M5s, hanno aderito all'appello "Pisa Riparte dalla Cultura", per chiedere alla giunta Conti più finanziamenti per il settore. Inoltre, hanno chiesto in terza commissione una audizione urgente dei sottoscrittori degli appelli per rilanciare Pisa come città della cultura. Ed anche i consiglieri regionali del Pd pisano, Mazzeo, Nardini e Pieroni, hanno chiesto che "il Comune ascolti gli operatori culturali".

"L'appello di numerose realtà che operano nel campo culturale - hanno osservato i tre consiglieri comunali, Picchi, Auletta e Amore - mette ancora una volta in evidenza il disinvestimento totale da parte di questa giunta su questo settore strategico per il futuro della nostra città, con due assessori assolutamente inadeguati a ricoprire questo ruolo".

Per Picchi, Auletta e Amore sono due i temi principali: "Il primo è la riduzione continua delle risorse: meno della metà dei fondi consueti con tagli che hanno interessato anche il Teatro Verdi. Risorse che questa maggioranza in tempo di emergenza ha pensato di ridurre ancora, annunciando un investimento di appena 150mila euro a fronte dei 250mila euro che aveva a disposizione in bilancio. Il secondo è l'assenza di confronto e strategie: le risposte dell'assessore Magnani ai bisogni posti sono insufficienti e intrise di tanta approssimazione e pressappochismo".

"Non ci aspettiamo che questa Giunta dia peso al valore sociale ed aggregativo del settore cultura - hanno aggiunto i consiglieri di opposizione -, ma in questi mesi di lockdown dove è stato chiaro a tutti che una città vuota è una città più insicura e quale sia l'importanza di combattere l'isolamento questa giunta continua invece nella chiusura di ogni occasione di aggregazione e socialità, con ripercussioni negative anche sul turismo. Se anche questi temi non sono cari a questa Giunta dovrebbe esserlo almeno quello economico visto anche il forte legame con un'associazione di categoria che ha persino un suo rappresentante in giunta"

L'assessore alla cultura Pierpaolo Magnani, chiamato in causa su questo e su altri aspetti - come ad esempio il rischio che salti il cinema estivo al Giardino Scotto, - in serata è intervenuto per fare chiarezza, annunciando dei bandi pubblici.

"Abbiamo stanziato quasi l’intero budget a disposizione dell’assessorato della cultura per il 2020 in progetti a sostegno di tutte le realtà culturali presenti a Pisa - ha riferito l'assessore -. Per dar vita a procedure di distribuzione dei contributi che siano regolari, aperte a tutti i soggetti e rispettose della normativa, stiamo predisponendo due bandi pubblici che a breve saranno pubblicati”.

Oltre al bando "2020 L'anno sospeso" già annunciato in settimana (Un singolare bando riservato agli artisti), Magnani ha fatto sapere che "a breve uscirà anche il bando rivolto alle associazioni culturali che sostengono spese per il pagamento dell’affitto delle sedi in cui svolgono le loro attività, come avverrà per le attività economiche". 

Maggiore chiarezza dall'assessore anche sul calendario di eventi che si terranno al Giardino Scotto nei mesi estivi. "Nei mesi di luglio e settembre daremo modo agli artisti locali di esibirsi ha detto in proposito -, ricevendo un gettone di presenza e l’incasso della vendita dei biglietti. Per promuovere la vendita dei biglietti stiamo anche predisponendo una convenzione con le associazioni di categoria, affinché lo stesso ticket rappresenti anche un buono spendibile presso gli esercizi commerciali convenzionati. Infine il mese di agosto sarà dedicato al cinema, che si terrà con certezza al Giardino Scotto, con biglietto calmierato di 5 euro”.

Riguardo al cinema estivo Magnani ha solo detto "che con certezza si terrà".

“In questo modo iniziamo a costruire la nostra visione alternativa di movida pisana, diffusa in più punti della città, in grado di offrire iniziative e punti di ritrovo diversi dalle solite piazze del centro storico" ha commentato ancora l'assessore, citando l'operazione Vecchi Macelli.

Così Magnani riguardo alle cifre: “Mi sembra evidente che le iniziative messe in campo dall’Amministrazione, alcune delle quali già avviate, costituiscono un unico pacchetto di misure interamente dedicato a sostenere il comparto della cultura a Pisa. Per parlare in termini di cifre, il budget a disposizione dell’assessorato, che ammontava per quest’anno a 250mila euro, è stato quasi interamente destinato a queste tre iniziative pensate per affrontare una situazione emergenziale, a cui vanno aggiunte le risorse investite per il progetto di Pisa Capitale della Cultura”.

In conclusione, l'assicurazione che la porta al dialogo è aperta. “Siamo ovviamente disponibili a incontrarci e organizzare tavoli con le associazioni culturali della città, come abbiamo del resto fatto in precedenza più volte in occasione della costruzione della candidatura a Pisa Capitale della Cultura. Deve essere chiaro ai nostri interlocutori che questa Amministrazione ha scelto come metodo principale quello di procedere sempre per bandi pubblici, a cui tutti i soggetti possono partecipare apertamente, in maniera da mettere le tante associazioni culturali della città sullo stesso piano, stabilendo con loro la massima collaborazione. Non ritengo, infine, che nel breve termine sia corretto parlare di mancanza di interventi immediati rivolti al settore della cultura. Abbiamo deciso, visto il periodo di incertezza e di sospensione che ha caratterizzato il 2020, di concentrare tutte le risorse a disposizione per fronteggiare l’emergenza economica e dar vita ad un’offerta valida per l’estate. Per l’autunno non è ancora possibile programmare le iniziative: non sappiamo ancora con certezza cosa succederà a livello di andamento del contagio e cosa deciderà il Governo e la Regione Toscana in materia di spettacoli. Sul lungo periodo prosegue invece il progetto di Pisa capitale della Cultura, con la realizzazione del portale dove faranno capo tutti gli artisti e le associazioni culturali della città, in modo da predisporre una programmazione culturale condivisa tra tutti i soggetti”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ferito un giovane di 23 anni, che per i traumi riportati è stato trasportato all'ospedale di Cisanello in codice giallo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Tabasco n.6

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Lida Chiavacci Ved. Ginesti

Giovedì 25 Novembre 2021
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Sport

Attualità

Attualità