Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:05 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 06 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Ibraimovich intervistato da Aldo Cazzullo: «Sì, ho paura di smettere di giocare. Chi vincerà lo scudetto?»

Attualità mercoledì 01 novembre 2017 ore 18:00

"Fuori luogo fare nomi adesso"

Il segretario del circolo Università Pd Pasqualetti critica l'intervento di Realacci. Sonetti e Viale: "Così sviliamo ancora l'impegno del partito"



PISA — "E' fuori luogo fare nomi adesso: da Realacci scivolone inopportuno e dannoso". E' il commento del segretario del circolo Università Pd Giovanni Pasqualetti in merito alle dichiarazioni rilasciate in questi giorni alla stampa da parte del portavoce del comitato dei saggi Ermete Realacci che avrebbe avanzato l'ipotesi di alcuni nomi per la candidatura a sindaco.

"Credo che sulla vicenda del candidato sindaco del Pd alle prossime elezioni comunali il lavoro dei c.d. saggi, il cui risultato è stato presentato in queste ore - ha commentato Pasqualetti -, debba essere valutato in senso positivo in quanto contribuisce a riavvicinare il partito democratico alle sensibilità del territorio. Nello stesso spirito ho accettato di presiedere il circolo Università, cui sono iscritto sin dalla sua istituzione, ma che mi sembra negli ultimi anni abbia un po' perso quel ruolo di ascolto di un mondo che in passato sempre molto attento alle vicende amministrative. Un rapporto che spero di riuscire, con la collaboazione del Circolo, a rilanciare".

E ancora: "Sul piano dei risultati del lavoro dei saggi, l’emersione della figura dell’onorevole Gelli, oggi chiamato in causa dal portavoce del comitato dei Saggi On. Ermete Realacci, è il segnale che il ruolo di primo piano che questi ha guadagnato a livello nazionale è percepito anche in città. E’ percepito soprattutto rispetto a temi di grande attualità tra i quali quello dei vaccini, della legge sul rischio professionale che porta il suo nome, della gestione/tutela dei migranti che sta affrontando come Presidente della relativa Commissione Parlamentare d’inchiesta. Ma è proprio questo che mi induce a ritenere che distogliere Gelli da un percorso che ha necessità di consolidarsi e di proseguire lungo le linee direttrici appena tracciate sarebbe forse un errore strategico del partito democratico che, tra l’altro, perderebbe il più importante riferimento nazionale sul tema della Sanità che, in questa fase, Gelli svolge sia nella veste più politica di responsabile nazionale sanità del partito che in quella di deputato. La presenza di Gelli, dunque - ha aggiunto Pasqualetti -, senz’altro rafforza, l’azione amministrativa che un candidato del Pd eventualmente eletto potrebbe esercitare a vantaggio della città e della comunità; vantaggio che, tuttavia, andrebbe sicuramente perso se questo fondamentale raccordo nazionale si perdesse con una sua diretta candidatura a Sindaco".

Pasqualetti prosegue il ragionamento: "Sgombrato il campo da questo equivoco, la seconda valutazione che riterrei di offrire come contributo al dibattito attiene alla necessità di evitare la percezione di un partito democratico che costruisce la sua coalizione intorno ad un nome e non al programma che intende realizzare in maniera condivisa, posto che emerge con forza che oggi più che nelle precedenti occasioni è necessario che, alla fine del percorso, il candidato prescelto dovrà essere autorevole e percepito come una scelta comune. Ritengo, in questo - ha concluso Pasqualetti -, che i congressi unitari recentemente celebrati legittimino con ancora maggiore autorevolezza il delicato compito del Segretario Provinciale e del Segretario Comunale del Pd di rilanciare un confronto immediato con i possibili alleati; confronto che, partendo dalle necessità emerse e dall’identikit del candidato ideale, riesca a costruire le basi progettuali reali della proposta di governo per la città che immaginiamo, oltre che a far sintesi sull’uomo o sulla donna che ci aspettiamo possa realizzarle".

Sulla stessa lunghezza d'onda è l'intervento del segretario provinciale Pd Pisa Massimiliano Sonetti e di quello dell'unione comunale Pd Pisa Giovanni Viale in merito al lavoro dei saggi e sulle amministrative 2018. 

"Il lavoro dei saggi - dicono Sonetti e Viale in una nota - è stato importante. L'apprezzamento ricevuto per il metodo, come sottolineato anche dal coordinatore del Comitato, ci rende orgogliosi per la scelta fatta a suo tempo dal partito comunale di innovare gli strumenti di ascolto, mettendosi in discussione come un vero partito riformista deve fare. Il profilo del candidato - hanno aggiunto -, la richiesta di novità, la necessità di un'ampia coalizione saranno temi all'attenzione del partito nei prossimi passi verso le amministrative 2018, insieme ai risultati emersi dalla campagna di ascolto e dai gruppi di lavoro tematici aperti; perché il PD comunale, a differenza di quanto sembra emergere da alcune dichiarazioni ai giornali, sta sviluppando anche una base programmatica per i prossimi anni da offrire come contributo alla discussione con gli alleati".

E ancora: "La necessità di un'ampia coalizione, emersa anche dal lavoro dei saggi, conferma l'orientamento finora tenuto da PD comunale di massima apertura a tutte le forze del centrosinistra, volendo condividere quanto fino ad adesso prodotto in materia di programmi e di profilo della candidatura a sindaco e, poi, anche dei nomi che quel profilo potranno soddisfare, a partire da tutti quelli emersi dal lavoro dei cinque saggi e da quelli che potranno emergere dal confronto con gli alleati".

"Da quest’ultimo punto di vista - hanno concluso Sonetti e Viale - anteporre la questione dei nomi, come da tempo pare prevalere nelle ricostruzioni che si leggono sulla stampa, a quella del percorso appena descritto rischia di svilire ancora una volta l’impegno che il partito democratico sta unitariamente profondendo, senza soluzioni precostituite o peggio imposte, per la costruzione di una coalizione che sappia, prima di ogni cosa, elaborare una solida proposta di governo della città".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I nuovi contagiati risiedono in gran parte nella zona del capoluogo ma ci sono casi anche in Valdera, comprensorio del Cuoio e alta Valdicecina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Sport

CORONAVIRUS