comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:24 METEO:PISA9°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 15 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Bersani: «Da Renzi cinismo senza precedenti. È fatto così, il problema è chi gli va dietro»

Attualità martedì 14 aprile 2020 ore 17:54

I casi Covid salgono a 727, nessun decesso

Nelle ultime 24 ore sono emersi 33 nuovi casi di positività al coronavirus a Pisa e provincia, dove però la Regione non ha registrato decessi



PISA — Dati in parte positivi quelli che giungono oggi dalla Regione Toscana circa l'emergenza coronavirus in provincia di Pisa: rispetto a ieri i casi riscontrati dall'inizio dell'epidemia salgono a 727, vale a dire 33 in più, ma non si registrano nuovi decessi.

La Ausl Toscana nord ovest, invece , riferisce di soli quattro nuovi casi emersi nelle ultime ore nell'area pisana -  nei comuni di Cascina, Pisa, San Giuliano Terme e Vecchiano - e nessuno fra Valdera e Alta Val di Cecina.

Secondo i dati rilevati da Regione entro le ore 12 di oggi, martedì 14 aprile, sono 7.527 i casi di positività Covid-19 emersi in Toscana - 137 in più rispetto a ieri -, fra i quali si contano anche 538 decessi, 20 avvenuti nelle ultime ore.

Crescono anche le guarigioni, che raggiungono quota 637: 349 persone sono “clinicamente guarite”, divenuti cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, mentre 288 sono dichiarate guarite a tutti gli effetti, perché risultate negative in due test consecutivi. Le persone ricoverate nei reparti di terapia intensiva della Toscana sono invece 225, lo stesso numero di ieri.

Nel frattempo, è in corso già da alcuni giorni una campagna di screening diffuso con l’impiego di test sierologici, rivolta in via prioritaria al personale sanitario in prima linea per l'emergenza Covid-19. All’Azienda Usl Toscana nord ovest sono arrivati circa 24mila test, che l’Azienda sta già effettuando ai propri operatori.

Già alcune migliaia di operatori si sono sottoposti ai test rapidi negli ambulatori delle unità biologiche (ne sono stati costituiti una decina) ed in più nel progetto aziendale sono previsti esami con unità itineranti ed esami sierologici effettuati anche nei punti prelievo aziendali.

Chi risulta positivo a questo test rapido, che permette di individuare la presenza di una risposta immunitaria (anticorpi IgM e IgG), viene poi sottoposto a tampone per eventuale conferma dell'infezione o di guarigione (negativizzazione del virus).

SERVIZIO - AGGIORNAMENTO EMERGENZA CORONAVIRUS IN TOSCANA 14 APRILE


Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità