QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 23°28° 
Domani 23°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 16 luglio 2019

Attualità lunedì 14 gennaio 2019 ore 11:25

"Il litorale è cosa nostra", e scatta la polemica

Il presidente del Consiglio comunale Alessandro Gennai

Una frase su Facebook del presidente del consiglio comunale fa infuriare l'opposizione. Gennai: "Non è possibile strumentalizzare qualsiasi parola"



PISA — "Bravo Raffaele, il litorale è cosa nostra". La frase del presidente del consiglio comunale Alessandro Gennai a commento di un post su Facebook dell'assessore ai lavori pubblici Raffaele Latrofa, ha fatto infuriare l'opposizione pisana.

"Ancora una volta - afferma il capogruppo del Pd, Giuliano Pizzanelli - un intervento del presidente del Consiglio comunale Alessandro Gennai che non può essere passato sotto silenzio. Usare su Facebook espressioni che richiamano la criminalità organizzata conferma quanto già evidenziato nell'ultima Conferenza dei capigruppo: il presidente del Consiglio comunale di Pisa non riesce a comprendere che ha un ruolo rappresentativo dell'intera città, dell'intero Consiglio comunale". 

Dura anche la reazione di Ciccio Auletta, capogruppo di Diritti in comune: "L'utilizzo da parte del presidente del consiglio comunale dell'espressione cosa nostra scrive Auletta- purtroppo non è un infelice lapsus ma la naturale espressione di una concezione della politica per noi inaccettabile. Siamo, inoltre, davanti all'ennesima dimostrazione di inadeguatezza di Gennai a ricoprire questo ruolo per cui riteniamo che unica cosa dignitosa da fare è dimettersi".

Attraverso una nota, il presidente Gennai ha poi voluto precisare le sue intenzioni.

"L'espressione da me adottata sul social Facebook - precisa il presidente in consiglio comunale Alessandro Gennai- non è da ritenersi assolutamente riconducibile a quanto affermato dal capogruppo Pd Giuliano Pizzanelli, dal capogruppo Diritti in Comune Ciccio Auletta e dal terzo del centro destra che non mi è data conoscere la sua identità. Il ruolo che ricopro è per me un onore che con grande responsabilità e buonsenso sto portando avanti. La mia intenzione era quella di estendere una condivisione di un progetto che è stato ampiamente contemplato in campagna elettorale garantendo al Litorale Pisano una rivisitazione in tema di lavori pubblici e di valorizzazione del territorio. Nonostante il mio rammarico per aver utilizzato linguaggi che possono aver travisato il mio intento comunicativo, sono deluso da coloro che hanno cercato di ledere la mia figura istituzionale.  Sono convinto e certo che questi attacchi mediatici siano il risultato di una mancata ragionevolezza approfondita del caso".  

"Non è possibile  - conclude Gennai - strumentalizzare qualsiasi parola utilizzata quando il concetto era chiaramente riconducibile alla comunità pisana ed al territorio locale che ha sostenuto fortemente la nostra corsa per la vittoria delle amministrative".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Cronaca

Cronaca