Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 03 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Davide Giri ucciso a New York, il dottorando italiano è stato accoltellato

Cronaca mercoledì 09 agosto 2017 ore 13:20

Il miracolo del violoncello rubato sotto la Torre

Jenny Oaks Baker in visita alla Torre di Pisa con la famiglia (foto da Facebook)

Lo strumento è della figlia della musicista americana Jenny Oaks Baker. Era stato rubato mentre la famiglia era in visita a piazza dei Miracoli



PISA — E' una famiglia di musicisti, quella della violinista americana Jenny Oaks Baker, e per la loro tournée in Europa, a metà fra vacanza e lavoro, due mesi fa si erano portati dietro tutti gli strumenti. Fra questi anche il violoncello della piccola Sarah, una dei quattro figli di Jenny e Matthew, suo marito.

Purtroppo, però, nell'affrontare il lungo viaggio il violoncello si era danneggiato. Per non lasciare sua figlia senza il suo amato strumento, una volta a Roma Jenny si è messa alla caccia di un liutaio esperto e, trovandolo nel laboratorio di Mathias Menanteau, l'ha fatto riparare sul momento.

Quindi la famiglia è ripartita alla volta di Pisa. Parcheggiato il van preso a noleggio vicino a piazza dei Miracoli, tutti e sei si sono diretti a visitare la piazza con la Torre pendente più famosa al mondo. Poco più di mezz'ora, ha poi raccontato la musicista al Desert News di Salt Lake City, ma il tempo sufficiente perché i ladri saccheggiassero il loro pulmino. 

Al ritorno al parcheggio la triste scoperta. I ladri si erano portati via di tutto: cinque o sei valige, una tastiera, il violoncello di Sarah, una fisarmonica, degli spartiti, un computer, portafogli, passaporti, alcuni preziosi e altri effetti personali. Fortuna solo che i ladri non avavano fatto in tempo a portarsi via anche il violino storico di Jenny, datato 1795.

Una brutta esperienza, terminata con la denuncia di rito alle forze dell'ordine e la visita al consolato americano di Firenze per rifare i documenti di tutta la famiglia.

Un brutto ricordo di Pisa, se non altro, ma la storia ha comunque un risvolto a lieto fine. Dirigendosi a Venezia la famiglia si è fermata a Bologna, dove ha acquistato un nuovo violoncello per Sarah. Una volta in laguna ecco la bella sorpresa: un messaggio da Roma, dal negozio di Menanteau, dove qualcuno aveva riportato e rivenduto il violoncello di Sarah. Ad acquistarlo, per 500 euro, lo stesso artigiano che lo aveva sistemato, dopo averlo riconosciuto, anche grazie all'etichetta del laboratorio che vi aveva apposto.

Di corsa Matthew si è recato a Roma a riprendere lo strumento, ecco perché ora la piccola Sarah si ritrova, felice, con due violoncelli.

Guido Bini
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il bollettino sanitario fotografa la situazione sul fronte epidemico. Ecco la distribuzione delle nuove positività in provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità