Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 06:50 METEO:PISA8°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 08 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Prima della Scala, standing ovation per Mattarella

Lavoro mercoledì 26 agosto 2020 ore 08:44

Infermieri contro Asl, "Non rispetta accordi"

A dirlo è il sindacato Nursind:"L’azienda Toscana nord ovest non onora i pagamenti agli infermieri", fatti sulla base di accordi sindacali



PISA — "L’Azienda Usl Toscana Nord Ovest continua a non pagare agli infermieri quanto dovuto per il superlavoro dei mesi da marzo a giugno e non rispetta né gli accordi sindacali né gli accordi fatti in sede prefettizia per garantire un compenso al personale infermieristico che durante la fase di emergenza ha sacrificato il proprio tempo libero."

A dirlo è il sindacato Nursind col suo segretario territoriale Daniele Carbocci.


"In data 7 luglio 2020", spiega Carbocci, "A seguito dello stato di Agitazione Proclamato da NurSind, presso la Prefettura di Pisa al tavolo di raffreddamento il direttore del dipartimento infermieristico Mirco Gregorini, si era impegnato formalmente a garantire al personale infermieristico: 
Precisione nei pagamenti dell’orario aggiuntivo così come previsto negli accordi sindacali;
Riconoscimento dell'indennità di malattie infettive per il personale che ha operato nei reparti e servizi Covid.
Riconoscimento adeguato tempo di vestizione/svestizione per il personale in servizio nei reparti e nei servizi Covid.

Quanto vale la parola del dirigente infermieristico se ad oggi, passati due mesi, questi impegni formali rimangono solo sulla carta?

Gli infermieri sono stanchi di aspettare, perchè quando è stato il momento di impegnarsi per l’emergenza non si sono tirati indietro".

"Nonostante gli uffici preposti abbiano ricevuto tutta la documentazione necessaria per effettuare i pagamenti, gli infermieri e gli OSS non hanno visto in busta i compensi dovuti per i mesi da Marzo a Giugno ed i Conguagli del Bonus Covid Regionale. Voci aziendali dicono che slitta tutto a Settembre per motivi legati alla disorganizzazione delle strutture amministrative. Inaccettabile!", continua il Nursind.

"Quando agli infermieri è stato chiesto di riorganizzare la loro vita personale, familiare e professionale per il bene della salute pubblica, lo hanno fatto dall’oggi al domani. Non è possibile che una mastodontica azienda con personale dirigenziale e gestionale non riesca dopo 4 mesi a dare il dovuto a chi ha lavorato.", conclude Carbocci.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un malore improvviso ha strappato ai suoi cari la donna. Dalla Scuola Mondo l'hanno ricordata come "una persona generosa, creativa e brillante"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

CORONAVIRUS

Cronaca