Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA16°26°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 22 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Anniversario Falcone, la sorella Maria: «Non dimenticherò mai la maglia verde di Borsellino alla quale mi abbracciai»

Attualità mercoledì 05 gennaio 2022 ore 18:00

"Inondati dalle richieste di fine quarantena"

Moltissimi pazienti negativi ai tamponi ma ancora in quarantena si rivolgono ai medici di base. Rilasciare il certificato, però, non spetta a loro



PISA — Luca Puccetti, segretario provinciale della Federazione Italiana dei medici di medicina generale interviene sulla questione tamponi e quarantene.

"Negli ultimi giorni - si legge in una nota della Fimmg- i medici di base sono stati inondati da richieste e telefonate di moltissimi pazienti risultati negativi ai tamponi ma ancora bloccati in quarantena a causa dei ritardi delle Asl nell’emissione dei provvedimenti di fine quarantena e nella procedura di riabilitazione del Green Pass".

La Fimmg intende fare chiarezza e a tal proposito lancia un appello a favore di una corretta informazione sulle procedure. "In Toscana - ricorda Puccetti -la gestione dei provvedimenti di isolamento e di fine quarantena non compete ai medici di base, ma è affidata ai rispettivi Dipartimenti di Igiene delle Asl”.

“Questo – precisa – deve essere un concetto chiaro e definitivo per tutti. In questi giorni, da quando cioè sono stati annunciati i nuovi criteri su tamponi e quarantene, si susseguono le richieste dei pazienti ai medici di famiglia relativi ai provvedimenti di fine quarantena. Ma noi non possiamo ‘liberare’ nessuno, questa al momento è una competenza che spetta alle Asl”.

“La confusione – ripercorre il segretario provinciale di Fimmg – nasce in relazione a una serie di articoli della stampa nazionale che riportano norme che però hanno validità solo in alcune regioni, e tra queste non c’è la Toscana. In altre regioni, il paziente deve inviare l’esito del proprio tampone negativo al medico di base che emette il certificato di guarigione e provvede allo sblocco del Green Pass sulla piattaforma nazionale attraverso la funzione ‘annulla blocco’. Questo, ripeto, non vale per la nostra Regione nella quale i provvedimenti sono in capo ai Dipartimenti di Igiene”.

"In ragione della crescita dei contagi - spiega la Fimmg- è allo studio e dovrebbe essere attuato in tempi rapidi un automatismo in base al quale un tampone negativo di guarigione inserito sul Sispc, il Sistema Informativo Sanitario della Prevenzione Collettiva, dovrebbe in automatico generare il Green Pass. A livello regionale, inoltre, si sta elaborando la possibilità di auto-inserimento dei risultati sul sistema. In ogni caso, i medici di medicina generale a livello regionale hanno fatto sapere ufficialmente di non essere disponibili ad accettare accordi per la gestione delle guarigioni".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La polizia amministrativa sanziona un club del litorale, contestando diverse violazioni. Il Comune diffida dall'attività di pubblico spettacolo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cultura