Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:00 METEO:PISA15°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 18 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Gilda Sportiello, deputata 5stelle alla Camera: «Ho abortito e non me ne vergogno»

Cronaca mercoledì 16 gennaio 2019 ore 12:26

Inquinamento dell'aria, i dati di Pisa

L'associazione ambientalista "La città ecologica" ha diffuso i dati delle due centraline ubicate a Pisa città nei primi giorni dell'anno



PISA — "La situazione dell’inquinamento atmosferico a Pisa è sicuramente migliore di quella che si registra nella maggioranza delle cittadine del Bacino Padano, dove la situazione è decisamente allarmante. Ma possiamo stare tranquilli? Assolutamente no", spiega l'associazione "La città ecologica".

Ecco di seguito i dati rilevati per le Polveri sottili nelle due centraline in città, quella dei Passi e quella in Piazza del Rosso, tra lungarno Buozzi e via del Borghetto, nel mese di dicembre 2018 e dei primi 14 giorni di gennaio 2019.

Polveri sottili PM10

(*) Dal 25/12/2018 i valori sono influenzati dal cantiere.

"Pur non considerando i dati, molto alti, della centralina dei Passi, anomali e influenzati dal cantiere lì presente dalla fine di dicembre, la situazione non è buona", dicono dall'associazione. "Ben 9 superamenti nei 14gg di gennaio del limite di 50microgrammi per metro cubo, nella centralina di via del Borghetto. Tale limite potrebbe essere superato solo 3 volte in un anno secondo le linee guida della OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e può essere superato solo 35 volte l’anno secondo i più permissivi limiti in vigore. Altissima la media nel periodo 59,4".

Polveri sottili PM2,5

"Per le polveri più piccole, PM2,5, la situazione è anche peggiore. In tutti i 14 giorni di gennaio in via del Borghetto è stato superato il valore di 25 microgrammi su metro cubo che potrebbe essere superato solo 3 volte in un anno secondo le linee guida della OMS. Il valore limite in vigore è dato come media annuale ed è sempre di 25 microgrammi su metro cubo. Altissima la media nel periodo 46,7.

Per entrambi i parametri non sono rispettati i Valori guida individuati dalla OMS come limite per la prevenzione della salute umana. Quindi la situazione non è affatto tranquilla, anche tenendo conto che nessuna delle due stazioni è collocata dove presumibilmente è maggiore l’inquinamento da traffico, dal momento che anche quella di piazza del Rosso è sì in una zona abbastanza trafficata (ma c’è di molto peggio) ma sufficientemente ventilata, di fatto essendo collocata sul lungarno Buozzi."

"La causa principale - conclude l'associazione - anche se non unica di tale situazione è il traffico veicolare. La soluzione, l’unica possibile, è nota da tempo: ridurre drasticamente tutti i flussi di traffico motorizzato ed ampliare lo spazio e le infrastrutture per la mobilità ecologica (pedonale, ciclabile, elettrica)."


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati, relativi alla provincia di Pisa, emergono dal report settimanale che monitora l'andamento delle positività sul territorio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alberto Arturo Vergani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cronaca

Attualità

Attualità