Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:20 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 25 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Stupido figlio di p...», la gaffe di Biden che insulta un giornalista a microfono acceso

Attualità giovedì 13 febbraio 2020 ore 10:34

Lavori stradali, via tra le polemiche

La Provincia vara un piano da nove milioni di euro per una serie di interventi ma finisce sotto accusa per non avere concertato



PISA — Un piano da nove milioni di euro per il territorio provinciale, sette destinati a manutenzione su ponti, manti stradali e per fronteggiare le frane, il resto su una miriade di piccoli interventi, sempre sulle viabilità.

Lavori che saranno svolti dalla Provincia di Pisa nei prossimi mesi, ma con qualche cantiere, come quello sulla via Emilia, che risulta già aperto e con un piano che risulta comunque già predisposto. 

Una situazione che ha provocato qualche scossone, con le associazioni di categoria che hanno polemizzato duramente nel corso di una riunione tecnica convocata ieri e che ha trovato in parte in disaccordo anche il sindaco di San Giuliano Terme.

“Ci siamo seduti a quel tavolo convinti di concertare con la Provincia una serie di interventi necessari riguardanti importanti arterie della viabilità locale. Di discutere sulle modalità dei lavori, sui tempi, sui modi per ridurre al minino l’impatto sulle imprese. Ed invece ci siamo trovati di fronte ad un elenco di interventi già fissato, uno addirittura già iniziato. Così non va, metodo completamente da rivedere”, ha detto la Confesercenti.

“Se la Provincia di Pisa continua ad essere ostaggio dei tecnici, la politica diventa inutile e le imprese finiscono per chiudere”, ha ribadito la Confcommercio mettendo nel mirino anche il presidente della Provincia Angori:"E' doppiamente responsabile, perché ha convocato un incontro in cui tutto praticamente è già stato deciso e poi perché, dopo quanto avvenuto per i lavori a Pontasserchio e Lugnano, si dimostra incapace di arginare lo sconfinamento di un dirigente su di un terreno che riguarda le scelte e l’opportunità di decisioni che coinvolgono migliaia di imprese e cittadini”.

A fare la voce grossa anche il sindaco di San Giuliano Terme Sergio Di Maio, che, per la Provincia, ha la delega a viabilità e infrastrutture e che, dopo un primo tentativo di mediazione, si è sentito scavalcato abbandonando la riunione:"Nessun strappo ma rispetto dei ruoli - ha spiegato - abbiamo bisogno di dirigenti che comprendano esigenze politiche e confronto con i cittadini".

Intanto il presidente della Provincia Massimiliano Angori ha fatto sapere che convocherà una nuova riunione del tavolo tra una quindicina di giorni, lavorando nel frattempo per fare rientrare le frizioni tra le parti e provando a fare il mediatore.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dal bollettino regionale i dati che fotografano l'andamento dell'epidemia nelle ultime ventiquattro ore. Altri due decessi in provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Chi mette al centro la persona

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca