Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:01 METEO:PISA11°13°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 27 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Vaccino Pfizer per i bambini di 5-11 anni. Tutti i dati su rischi e benefici

Attualità martedì 10 marzo 2020 ore 09:30

"Non drammatizziamo, quando ero giovane a Pisa..."

Pier Luigi Lopalco

L'epidemiologo Lopalco ricorda che, quando era studente a Pisa, dopo le 6 di sera tutto era chiuso. E dice: "Forse ne usciremo tutti un po' migliori"



PISA — Ospite su Rai3 a Linea Notte, l'epidemiologo dell'Università di Pisa Gian Luigi Lopalco ha commentato le restrizioni agli spostamenti personali imposte dal governo nella notte. E ha ricordato quando era giovane studente universitario, invitando a non drammatizzare gli effetti dell'ultimo decreto che definisce "zona protetta" l'intero territorio italiano.

"E' ovvio che deve essere interpretato con intelligenza - ha detto il professor Lopalco -. Dobbiamo cercare di rimanere chiusi a casa il più possibile: io esco da casa, vado al lavoro, torno a casa e mi godo una bella serata in famiglia". 

"Io ricordo, oggettivamente, cosa è stata la mia adolescenza e la mia giovinezza. Io quando ero ragazzo, per esempio, studiavo a Pisa - ha raccontato -: a Pisa dopo le 6 di sera per strada non c'era nessuno. Io ho sopravvissuto, non è che mi sono venute le crisi esistenziali perché uscendo di casa non trovavo nessuno per strada dopo le 6 di sera. Tornavo a casa, mi leggevo un bel libro, mi mettevo a studiare e son cresciuto così. Allora, cerchiamo di non drammatizzare troppo quello che si sta chiedendo agli italiani: si sta chiedendo di evitare tutto ciò che per poche settimane, non per tutta la vita, che per poche settimane possiamo evitare. Non credo che alla fine sarà un grossissimo sacrificio, anzi non è escluso che ciascuno di noi troverà, per esempio, la gioia di stare in una situazione come il calore della famiglia".

"E non solo, per quanto riguarda i bambini, anche qui un ricordo della mia infanzia - ha concluso l'epidemiologo dell'ateneo pisano -. I bambini di oggi scopriranno forse per la prima volta il piacere della noia, il fatto di stare a casa e non sapere che fare, non essere costretti ad andare in palestra, non essere costretti a fare le lezioni di piano, a studiare l'inglese a 6 anni... Non lo so, forse dopo questa esperienza ne usciremo tutti un po' migliori".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati aggiornati alle ultime ventiquattro ore fotografano la situazione sul fronte epidemico nella provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Tabasco n.6

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Lida Chiavacci Ved. Ginesti

Giovedì 25 Novembre 2021
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità