Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:45 METEO:PISA18°29°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 23 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Nicola Tanturli, il momento in cui il bimbo viene portato in salvo dai carabinieri

Cronaca martedì 24 marzo 2020 ore 11:39

"Medici senza dispositivi di protezione"

L'allarme lanciato dai medici di continuità assistenziali in una lettera appello con decine di firme e inviata alla nostra redazione



PISA — "Siamo medici di Medicina Generale e medici di Continuità Assistenziale ( ex guardia medica)", spiega una lettera firmata da quasi duecento medici toscani, inviata alla nostra redazione.


"Siamo costretti ad operare privi di dispositivi di protezione individuale monouso adeguati rischiando di essere contagiati e di diventare a nostra volta veicolo di contagio per i pazienti."

"Alla luce dell'elevatissimo numero di contagi, anche tra i medici del territorio, avremmo necessità di essere forniti di maschere FFP2, FFP3, maschere chirurgiche e altri dispositivi di protezione individuale monouso adeguati ed in numero sufficiente per poter lavorare.

Per visitare in sicurezza, dovremmo indossare doppi guanti, pertanto una confezione da 100 guanti sarebbe sufficiente per visitare appena 25 persone.
Inoltre, le mascherine andrebbero fatte indossare anche ai pazienti sintomatici che visitiamo, non abbiamo niente di tutto ciò."

"I dispositivi che ci sono stati forniti dall'Azienda USL, per cui lavoriamo," continua la lettera, "sono inadeguati e non è giusto fare leva sul nostro senso del dovere per farci accettare di lavorare in tali condizioni, dato che proprio il "primum non nocere" del nostro giuramento ci obbliga a proteggere la nostra salute per tutelare quella dei pazienti.

Segnaliamo anche la questione delle auto di servizio, aziendali o private, che utilizziamo durante i turni di continuità assistenziale e che andrebbero sanificate ogni volta che vengono usate, con necessità di smaltire i rifiuti infetti in sicurezza".

"Ci sentiamo abbandonati a noi stessi, senza alcuna tutela. Molti di noi stanno lavorando 7 giorni su 7 tra ambulatorio di medicina generale e turni di continuità assistenziale, vorremmo che finalmente alle nostre richieste potessero seguire dei cambiamenti concreti.

In pratica stiamo visitando "a mani nude" e per questo siamo costretti a negare, in scienza e coscienza, molte delle visite domiciliari che ci vengono richieste.
Mancano informazioni chiare. Andrebbe rimodulato tutto il sistema, in mancanza di DPI adeguati, l'attività di CA e la Medicina Generale potrebbero limitarsi a consulenze telefoniche, per poter lavorare in sicurezza e garantire un servizio adeguato.
Occorre che venga fatto rispettare il protocollo di sicurezza, altrimenti non potremo svolgere la nostra professione".

"Alcuni colleghi con patologie croniche stanno continuando a lavorare, esponendosi ad un rischio particolarmente elevato per la loro salute.
Oltretutto non è consentita la quarantena per gli operatori sanitari, se non sintomatici, in questo modo certamente finiremo col fare da untori per i nostri pazienti, anche quelli più fragili e a rischio, e ciò farà sì che l'epidemia duri più a lungo con gravi ripercussioni per tutti.

Finora non ci siamo fermati per senso del dovere e spirito di sacrificio, adesso vorremmo sentirci rispettati e tutelati, per questo auspichiamo che le autorità competenti possano metterci in condizione di lavorare in sicurezza per noi stessi, per le nostre famiglie e per i nostri pazienti.", conclude la lettera - appello.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono cominciate nelle scorse ore le operazioni di sostituzione dei vecchi apparecchi con quelli nuovi, che garantiscono immagini migliori
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Enzo Dini

Domenica 20 Giugno 2021
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità