Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:30 METEO:PISA12°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 18 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Salvini: «Draghi a Chigi mi rassicura»

Attualità venerdì 13 novembre 2020 ore 12:30

Mercati aperti, confini comunali chiusi, "è crisi"

Il mercato di Cascina giovedì

Il divieto di spostamento tra Comuni ha messo in ginocchio i mercati di Pisa, Cascina e Pontedera. Il grido di allarme degli ambulanti



PISA — “Per i mercati settimanali siamo già in lockdown, anche se di fatto possono svolgersi regolarmente nella zona arancione. Noi ed i nostri colleghi dei mercati di Cascina, Pontedera e di quello del mercoledì a Pisa in via Paparelli, in alcuni casi hanno chiuso la giornata in totale rimessa. Chiediamo che anche le attività su area pubblica delle zone arancioni rientrino nei contributi a fondo perduto che spettano a quelle delle zone rosse”. 

L’accorato appello arriva da alcuni ambulanti aderenti ad Anva Confesercenti Toscana Nord per interpretare il profondo disagio dei mercati settimanali dopo i primi giorni in cui sono scattati i provvedimenti restrittivi per la zona arancione. “Il divieto di spostamento tra un Comune all’altro è stato il colpo di grazia per gli ambulanti dei mercati, soprattutto quelli infrasettimanali – hanno spiegato Cristian Salvadori e Mirco Sbrolli Lavorare con i soli residenti è praticamente impossibile per realtà come ad esempio Pontedera, Pisa e Cascina. 

Tutto questo con il Decreto Ristori Bis che ha ampliato i settori beneficiari del contributo a fondo perduto includendo anche gli ambulanti, ma solo della zona rossa. 

Roberto Luppichini, presidente provinciale di Anva, ha aggiunto che il presidente nazionale si è già mosso affinchè il governo consideri gli ambulanti come una categoria in grave crisi e quindi da non differenziare tra zona rossa e arancione. Categoria che annovera anche i cosiddetti fieristi che in questo 2020 di fatto non hanno mai lavorato con i continui annullamenti di tutti gli eventi in calendario. "Tanti operatori – dice Luppichini – pensano già di non montare la prossima settimana visto che i costi superano nettamente il già magro guadagno”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le positività tracciate nelle ultime 24 ore fanno salire a 67830 quelle accertate in provincia da inizio epidemia. Altri 3 decessi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Chi mette al centro la persona

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca